L’Italia è un paese ricco….(Salvo Vitale)

images (1)

Siamo la settima potenza industriale del mondo. E’ vero che tedeschi, francesi , inglesi e Cinesi stanno acquistando tutto, ma rimane sempre il “made”, sino a quando avrà un senso rivendicarlo. Anche l’ultima manovra post-corona virus di 56 miliardi di euro, che i leghisti hanno definito briciole, dopo che in passato  avevano arraffato 49 milioni che rimborseranno a rate, ci dimostra che siamo un paese ricco. Da dove prendiamo i soldi? Niente, facciamo sempre debiti. Il nostro debito pubblico è […]

Leggi tutto... 0

Addio a Pino Cipolla. (S.V.)

Cipolla

  Non ce ne sono molti ed è perché c’è troppa differenza tra il livello culturale della gente comune e quello di chi passa la vita non solo a studiare, ma a comunicare agli altri i risultati dei suoi studi: chi ama vivere nella sua ignoranza   preferisce ignorare, far finta di non vedere,  non ricordare,  non dare a queste persone la giusta dimensione.  Non è vero che a Partinico c’è il deserto culturale. Di intellettuali preparati e impegnati ce ne […]

Leggi tutto... 0

9 maggio tra Peppino Impastato ed Aldo Moro.

96047614_3134557696605890_2103515092833271808_n

  Da qualche anno si è voluto dedicare il 9 maggio alle vittime del  terrorismo, in ricordo soprattutto della morte di Aldo Moro “ucciso come un cane dalle Brigate Rosse” (per citare una frase che lo scrivente pronuncia nel film “I cento passi”). Un particolare sguardo va soprattutto ai magistrati uccisi, in considerazione del killeraggio sistematico e spietato che attualmente il capo del governo sta mettendo in atto contro chi ha osato denunciare le sue malefatte. Ma altre vittime del […]

Leggi tutto... 0

Quello che Peppino ci ha lasciato

Copertina Intorno a P.

STAMP di Salvo Vitale Da più parti viene posta la domanda: “Cos’è rimasto dell’eredità di Peppino?” La risposta non è facile. Va riscontrato che in Sicilia i mutamenti sono lentissimi per tutta una serie di ragioni storiche. Nel caso di Peppino dobbiamo valutare che cosa è rimasto nel suo paese, Cinisi e che cosa invece è maturato fuori, nel resto d’Italia. A Cinisi formalmente c’è la cosiddetta via del mare che è intestata a lui, idem dicasi per l’aula consiliare. […]

Leggi tutto... 0

la tragica giornata 9 MAGGIO 1978 nel racconto di Salvo Vitale

14 9 maggio 78 manifesto

  Le sette del mattino. Notte insonne alla ricerca di Peppino. Eravamo scesi dalla radio, eravamo saliti assieme sulla sua scassatissima 850, mi aveva lasciato poco giù, dove abitavo, “ciao, ci vediamo alle 9”, poi più nulla se non la scia di una macchina nera che aveva girato la traversa dopo Peppino. Torno a casa in mattinata e aspetto qualche notizia. Puntuale la notizia arriva. Suonano il campanello: dalle sbarre della persiana li vedo, Agostino, Vito, con la sua cinquecento […]

Leggi tutto... 1

FRA’ GIUSEPPE DI MAGGIO, un frate scomodo

Fra Giuseppe

Nel 47° anniversario della morte (11 maggio 1973) pubblico questo mio studio su uno strano tipo di frate, non appartenente a nessun ordine religioso, ma frate per sua scelta e con un saio che diverse volte tentarono di impedirgli di indossare. La sua scelta è stata quella di San Franceasco: a un certo punto della sua vita, dopo essere stato decorato con la medaglia di bronzo al valor militare per la sua partecipazione alla prima guerra mondiale, quando era già […]

Leggi tutto... 0

Addio a Giulietto Chiesa.

unnamed

    La notizia è arrivata poche ore dopo la giornata della Liberazione ed è stata data da tutti i telegiornali come una breve di cronaca, come qualcosa che era giusto dare, ma non più di tanto. A parte le note degli amici, soprattutto su Antimafia Duemila, su cui abitualmente ci siamo incontrati con i nostri articoli, i signori dell’informazione hanno preferito non parlarci di questo collega che aveva un modo di fare giornalismo ben diverso da quello ufficiale, che […]

Leggi tutto... 0

25 aprile 2020:oggi più di prima RESISTENZA

resistenza

  Ci hanno provato e ci stanno provando in tutti i modi a cancellare questa festa. Il pensiero che possa essere esistita una Resistenza, che gli Italiani possano essersi ribellati al ducetto e ai suo gerarchi, che possano avere messo in crisi e al muro  un regime durato vent’anni, proprio non riescono a digerirlo. Non ci vuole molto a capire perché: ormai le destre neofasciste, incipriate di sovranismo, di antieuropeismo, di razzismo, sono certe che alle prossime elezioni andranno al […]

Leggi tutto... 0

La datità di senso

images

    Mar i ta vul fi, tu no  vol sco, nes gio de set ti pia, che ca de fa?. O m’a min pen a tia   L’acrostico di partenza potrebbe avere un senso, come potrebbe non significare niente , essere espressione di un’assenza di significato, di mancanza di datità di senso. Man mano che riemergono i frammenti del discorso, quello di vita quotidiana, oddio, anche amoroso, la prima tentazione, se vuoi regola, è quella di assemblarli nella griglia […]

Leggi tutto... 0

11 APRILE 2002: il giorno della la sentenza: Badalamenti ha ucciso Peppino

Badalamenti a filicudi5

    E’ il giorno della sentenza. Lo abbiamo aspettato da 24 anni. Nell’aula del maxiprocesso, all’Ucciardone ci siamo tutti e c’è una grande animazione. Entra il Presidente, tutti si alzano in piedi, legge: -“In nome del popolo italiano, visti gli articoli 110, 575 e 577 del Codice Penale, questa corte condanna l’imputato Badalamenti Gaetano alla pena dell’ergastolo.” Ci abbracciamo. Giovanni dice a Umberto: -“E’ finita”. – “No che non è finita. Di sicuro ci sarà l’appello”. -“Quello che volevamo […]

Leggi tutto... 0

Seguimi su Facebook