L’intervista di Enzo Biagi a Giuseppe Fava

Fava Giuseppe.

  Biagi: Giuseppe Fava, giornalista, scrittore catanese, autore di romanzi e di opere per il teatro. Fava, per i suoi racconti a cosa si è ispirato? Fava: alle mie esperienze giornalistiche. Io ti chiedo scusa ma sono esterrefatto di fronte alle dichiarazioni del regista svizzero. Mi rendo conto che c’è un’enorme confusione sul problema della mafia. Questo signore ha avuto a che fare con quelli che dalle nostre parti sono chiamati “scassapagliare“. Delinquenti da tre soldi come se ne trovano […]

Leggi tutto... 0

11 MAGGIO 1978: parte la controinchiesta

  Consueta sosta mattutina alla spiaggia. Non so se andare a scuola o fermarmi qua. Come sempre, seduto appena lì dove il mare non arriva, c’è il solito uomo. Una faccia rugosa di vecchio marinaio, annerita dal sole e dagli anni, lunghi capelli biondi, bianchi in qualche parte, una immobilità quasi ieratica. Sembra un pirata d’altri tempi. Dopo tanti giorni in cui ci siamo guardati sott’occhi, facendo finta di essere indifferenti l’uno alla presenza dell’altro, decido di rompere il ghiaccio, […]

Leggi tutto... 0

10 MAGGIO 1978

    Come ogni mattina, mi reco alla spiaggia per dare un’occhiata al mare. Le onde si strusciano pigre e sonnolente sulla battigia. Cerco di leggere, in questo lento andirivieni, quello che può essere successo. Di certo l’altra sera, lasciandomi davanti casa, Peppino avrà fatto questa strada e si sarà fermato, come spesso faceva, qui. Lo vedo. Spegne il motore. Scende dalla macchina per sentire la sabbia sotto i piedi. In cielo svanisce l’ultima striscia di tramonto. Dentro il sonno […]

Leggi tutto... 0

9 MAGGIO 1978

 Il ricordo di quel terribile giorno nel racconto di chi l’ha vissuto       Le sette del mattino. Notte insonne alla ricerca di Peppino. Eravamo scesi dalla radio, eravamo saliti assieme sulla sua scassatissima 850, mi aveva lasciato poco giù, dove abitavo, “ciao, ci vediamo alle 9”, poi più nulla se non la scia di una macchina nera che aveva girato la traversa dopo Peppino.Torno a casa in mattinata e aspetto qualche notizia. Puntuale la notizia arriva. Suonano il campanello: […]

Leggi tutto... 0

9 MAGGIO  1979: Manifestazione nazionale contro la mafia

Il racconto di quella giornata, che ho vissuto intensamente e alla cui realizzazione ho dato il mio contributo.  La storia non si cancella, ma si scrive, e io sono uno di quelli che l’ha vissuta e l’ha scritta. Purtroppo, chi ha organizzato l’anniversario e il ricordo non ha ritenuto opportuno invitarmi a dare la mia “testimonianza. I motivi mi sfuggono.  9 MAGGIO 1979   Ci abbiamo lavorato sodo. L’idea è quella di ricordare il primo anniversario della morte di Peppino […]

Leggi tutto... 0

Resistenza e resistenze

Pesco un vecchio disco di canti della Resistenza pieno di struscii, rumori di fondo e di uova fritte e attacco con “Bella Ciao”, poi vado a ruota libera, come se stessi facendo una lezione, il solito vizio professionale. Penso per prima cosa al mio professore di liceo, che ci diceva: “Liberazione, ma da chi?” In realtà, a quella data, cioè nel 1945, noi siciliani eravamo stati “liberati” da un pezzo, pochissimi i colpi sparati, nella marcia degli americani da Gela […]

Leggi tutto... 0

Ricordo di Augusta Schiera, la mamma dell’agente Agostino

  L’ho incontrata tante volte in tante manifestazioni antimafia, sempre accanto al marito, sempre con un incancellabile velo di tristezza negli occhi, sempre con la sua testarda presenza e con la sua ostinata voglia di sapere perchè fosse morto suo figlio, sua nuora e il feto di due mesi che portava in grembo. La stessa determinazione che stava dietro gli occhi di Vincenzo, con il quale era possibile scambiare qualche parola in più. La sua sete di giustizia non ha […]

Leggi tutto... 0

1977: Ricordo di Radio Aut

  Nella giornata della Radio, un ricordo di Radio Aut dal libro di Salvo Vitale “Peppino Impastato, una vita contro la mafia” edito da Rubbettino L’esperienza del  Circolo  “Musica e Cultura” rimase sovrastrutturale, anche se legata al bisogno grandissimo di comunicazione e contatto sociale diverso da quello, ipocrita e gretto, della società mafiosa. Quella di uscire dalla solitudine era un’esigenza non sempre in linea col bisogno di lavoro, di occupazione, di autosufficienza, comune ad altre fasce sociali. Il principio era quello […]

Leggi tutto... 0

100 anni fa Antonio Gramsci scriveva: “Odio gli indifferenti …”

“Odio gli indifferenti. Credo che vivere voglia dire essere partigiani. Chi vive veramente non può non essere cittadino e partigiano. L’indifferenza è abulia, è parassitismo, è vigliaccheria, non è vita. Perciò odio gli indifferenti. L’indifferenza è il peso morto della storia. L’indifferenza opera potentemente nella storia. Opera passivamente, ma opera. È la fatalità; è ciò su cui non si può contare; è ciò che sconvolge i programmi, che rovescia i piani meglio costruiti; è la materia bruta che strozza l’intelligenza. […]

Leggi tutto... 0

Iniziative per Libero Grassi a Palermo, Addiopizzo: “Estorsioni? Ancora poche denunce”

“Le denunce di estorsione rimangono poche rispetto alle dimensioni del fenomeno”. Lo dice il comitato Addiopizzo in occasione del 27esimo anniversario dell’uccisione dell’imprenditore Libero Grassi il 29 agosto 1991. Addiopizzo e la famiglia dell’imprenditore assassinato da Cosa nostra promuovono una giornata d’iniziative, a Palermo, in suo ricordo e della moglie Pina Maisano. In occasione della giornata si svolgerà la seconda edizione della “Vela per l’inclusione sociale”. I ragazzi di piazza Magione usciranno in barca accompagnati da Addiopizzo e Lega Navale Italiana […]

Leggi tutto... 0

Seguimi su Facebook