Sentenza Saguto: Chi la fa l’aspetti: le condanne in soldoni  

    I giornali non hanno fatto molto caso alle sanzioni economiche comminate dal tribunale di Caltanissetta, in primo grado, a tutta la “banda Saguto”. Si tratta di somme stratosferiche, alle quali è seguito anche il sequestro dei beni e una provvisionale, concessa dal tribunale alle parti lese. La sentenza circostanzia le somme:   Al Ministero degli Interni: Silvana Saguto per vari capi d’imputazione, un totale di E. 126.206 Cappellano Seminara E. 115.706 Nicola Santangelo E. 132.800 Lorenzo Caramma E.108.556 […]

Leggi tutto... 0

Uno sguardo in Abruzzo: il virus non ferma la criminalità (Alessio Di Florio)

trasferimento

Abruzzo. Sistemi criminali e mafiosi, violenze. Realtà sottaciute che non devono poter avanzare con le nuove restrizioni contro la pandemia Con le nuove disposizioni per fronteggiare la seconda ondata della pandemia sarebbe vergognoso e sconcertante se una «minoranza a cui non va neanche riconosciuta una dignità» la possibilità di rafforzarsi di nuovo e continuare sfrenata e senza nessun rispetto dell’emergenza e delle minime regole civili e sociali. La continua emergenza sanitaria dovuta al Covid-19 e l’arrivo della «seconda ondata» della […]

Leggi tutto... 0

Vandalizzato a Riace il murale di Peppino Impastato

affresco_1200-690x362

    A Riace alcuni balordi sembrano avercela proprio con Peppino Impastato. Nel paese di Mimmo Lucano, già “modello d’accoglienza”,  è stata votata, ma guarda un po’, un’amministrazione comunale leghista  che, tra le sue prime cose, come se non ci fosse altro da fare, fece rimuovere un cartellone su Peppino Impastato, quasi si trattasse di una cosa pornografica o di un oltraggio al paese. Adesso, i soliti guerrierini , nella notte del 30 ottobre hanno eroicamente coperto con vernice bianca […]

Leggi tutto... 0

Caso Saguto:  E venne il giorno del giudizio  (Salvo Vitale)

L'ex presidente della sezione misure di prevenzione del Tribunale di Palermo Silvana Saguto depone nel processo che la vede imputata davanti al Tribunale di Caltanissetta per presunte irregolarità nella gestione dell'ufficio, 20 febbraio 2019.
ANSA

    Il   caso   è   scoppiato   cinque   anni   fa.   Ci   sono   voluti   tre   anni   di   processo,   sono   stati ascoltati quasi un centinaio di testimoni in un centinaio di udienze e alla fine oggi dovrebbe arrivare la sentenza nei confronti di Silvana Saguto e di tutta la sua cricca che   nel   passato   decennio,   e   anche   prima   è   stata   la   signora   assoluta   dell’Ufficio misure di prevenzione del Tribunale di Palermo, dando vita a quello che i giudici di Caltanissetta hanno definito   “un […]

Leggi tutto... 0

Il coraggio e la sensibilità (della mafia) (Alessio Pracanica)

vignetta-fogliazza

In Sicilia abbiamo tutto. Ci manca il resto. (Pino Caruso – Ho dei pensieri che non condivido) Altro giro, altro regalo. In Sicilia non ci facciamo mancare niente. Come diceva il grande Pino Caruso, abbiamo tutto. O meglio, abbiamo di tutto. L’ultima perla dall’ostrica l’ha estratta l’ex senatrice leghista (ed ex vicesindaco di Lampedusa) Angela Maraventano, in quel di Catania. L’ambientazione è il raduno della creme leghista, accorsa in difesa del ruspante Capitano, perseguitato dalla solita, bieca magistratura politicizzata. Una volta salita sul palco, […]

Leggi tutto... 0

Peppino e Mauro: due storie parallele che s’incontrano (Salvo Vitale)

Peppino e Mauro

  I depistaggi 26 anni per Mauro, 22 per Peppino: alla fine la sentenza è arrivata. Un tempo inumano per chi aspetta giustizia. Due depistaggi delle indagini attraverso tortuosi sentieri e fervide immaginazioni, per nascondere due delitti di mafia: per Peppino le assurde piste dell’attentato terroristico, magari con l’aiuto dei suoi compagni, tra i quali avrebbe potuto nascondersi anche un complice o  l’assassino, oppure un suicidio eclatante, per Mauro “l’omicidio in famiglia”, maturato all’interno della comunità Saman, l’immaginata tresca tra […]

Leggi tutto... 0

Un amore di Mauro Rostagno   (Rino Giacalone)

Rostagno porcasi

  Proviamo a raccontare di Mauro Rostagno da un altro punto di vista.Arriveremo alla mafia e alla violenza, contro cui si scagliava Rostagno alla fine, dopo essere stato al fianco degli ultimi dentro la Cattedrale di Palermo molti anni prima…Stavolta raccontiamo di Rostagno cominciando da una sua storia d’amore. No, attenzione, non gli “amori” segreti, tanto segreti proprio perché non esistevano, o se c’erano non erano cosa da provocare morte tanto spietata, non sono nemmeno gli “amori” che secondo ragionamenti […]

Leggi tutto... 0

Le mattanze di settembre: Giacomelli, Livatino, Puglisi, Saetta, Rostagno..(Rino Giacalone)

  Il 1988, l’anno in cui Cosa nostra cominciò a togliersi le spine. Oggi la mafia non uccide, ma mascaria e si toglie i “Bellodi” dalla propria strada. L’odio la nuova arma per colpire la Chiesa  Quelli del 1988 furono giorni pregni del sangue dei morti ammazzati dalla mafia. Nomi e numeri sempre eclatanti, però quel 1988 ce lo ricordiamo molto bene. Le vittime di quei barbari delitti, compiuti in quell’anno secondo una terribile sequenza, sono ancora qui, davanti a noi, […]

Leggi tutto... 0

Carlo Alberto Dalla Chiesa 38 anni dopo

IMG_20190902_0002

  «”Ci sono cose che non si fanno per coraggio. Si fanno per potere continuare a guardare serenamente negli occhi i propri figli e i figli dei propri figli. C’è troppa gente onesta, tanta gente qualunque, che ha fiducia in me. Non posso deluderla. » (Carlo Alberto Dalla Chiesa in  ‘Delitto imperfetto’ di Nando dalla Chiesa, 1984) La vita Intrapresa la carriera militare, dopo l’armistizio  dell’8 settembre 1943 entrò nella Resistenza, operando in clandestinità nelle Marche, dove organizzò i gruppi […]

Leggi tutto... 0

Un parco per Libero Grassi

libero-grassi

  Sino a quattro anni fa ci pensava Pina Maisano, sua moglie, a tenere viva la memoria di Libero Grassi. Adesso tocca a noi. Addio pizzo ha organizzato alcune iniziative in occasione della ricorrenza, ma tutto quello che si fa nel ricordo di Libero è sempre troppo poco per valutare e ricordare la grandezza di quest’uomo, il primo a sollevare il velo sul mostruoso fenomeno del pizzo, a ribellarsi ai suoi estorsori e a mandarli in galera, a difendere la […]

Leggi tutto... 0

Seguimi su Facebook