Addio ad Antonella Azoti

zino Mastrilli con la moglie Antonella Azoti-2

Quando ho ricevuto la notizia della morte di Antonella tramite un messaggio da parte del figlio  Gabriele, non riuscivo a crederci. L’ho conosciuta una ventina di anni fa a Cinisi, nel corso di un anniversario per la morte di Peppino, assieme all’inseparabile marito, anche lui scomparso da pochissimo. Antonella non se l’è sentita di lasciarlo andar via da solo. La sua è una storia per molti aspetti simile a quella di tante donne siciliane, alle quali la violenza mafiosa ha […]

Leggi tutto... 0

Belice 1968: Il terremoto non finito (S.Vitale)

Belice

  Sono passati 54 anni da quando, fra il 14 ed il 15 gennaio del 1968, un forte terremoto sconvolse l’area del Belice in Sicilia. Le scosse erano iniziate il giorno prima, ma le più forti si verificarono nella notte fra il 14 ed il 15, fra le 2.33 e le 3.01. La più forte di tutte fu di magnitudo momento 6.1, causò le distruzioni maggiori e fu avvertita sino a Pantelleria. A Gibellina Vecchia, Montevago e Salaparuta Vecchia, venne […]

Leggi tutto... 0

Neofascisti a Cinisi al tempo di Peppino Impastato (S. Vitale)

135 Peppino militare

      Nel ’74 a Cinisi fu ciclostilato e diffuso un numero unico, a cura del PCI e della FGCI, dal titolo “CONFRONTO”, dov’era riportato un servizio di Agostino Vitale di seguito riportato, che rimane un utile documento sulla cronaca di quegli anni: per due volte viene citata «un’organizzazione della sinistra», che evidentemente era “Lotta Continua”. L’articolo di Agostino Vitale e il testo integrale della sentenza De Francisci del 27.02.1992 sono stati pubblicati per la prima volta sul testo […]

Leggi tutto... 0

FABRIZIO DE ANDRE’: quando la musica si fonde con la poesia

De Andrè (2)

    L’11 gennaio del 1999 moriva Fabrizio De Andrè, uno dei più grandi, se non il più grande cantautore italiano. Nato nel 1940 a  Genova visse le sue prime esperienze musicali assieme a Luigi Tenco, a Gino Paoli e ad altri artisti della Genova degli anni 60: sin dalle sue prime incisioni cercò di provincializzare la musica italiana accostandosi al genere musicale di grandi autori come Jacques Brel, Leonard Cohen, Georges Brassens e Bob Dylan. E’ stato il primo […]

Leggi tutto... 1

5 gennaio in ricordo di Giuseppe Fava e Peppino Impastato, passando per Danilo Dolci (Salvo Vitale)

Fava Porcasi

  Due persone con una diversa storia alle spalle, ma con molti punti in comune: entrambi vengono ricordati come “giornalisti” uccisi dalla mafia: per la verità Fava era un “professionista” del giornalismo, Peppino, malgrado qualche rara corrispondenza a “Lotta continua” aveva dedicato la sua attenzione all’informazione orale attraverso Radio Aut. Solo nel 1996 gli sarà concessa., alla memoria, l’iscrizione all’albo dei giornalisti.   Entrambi avevano identificato nei grandi mafiosi della loro zona, da una parte Nitto Santapaola, dall’altra Tano Badalamenti, i nemici […]

Leggi tutto... 0

Seguimi su Facebook