Pensioni? Basterebbe fissare un tetto e staremmo tutti bene

    Gli incontri tra governo e sindacati sul nodo delle pensioni, le contrattazioni su quali lavori siano da ritenere usuranti e quindi suscettibili di avere lo sconto di sei mesi per andare in pensione rispetto alla forca caudina imposta dalla legge Fornero,  la ribadita intoccabilità di questa legge, da parte del governo,  nascondono  ipocritamente il problema di fondo del quale  si preferisce non parlare: le scandalose liquidazioni e le incredibili pensioni  e retribuzioni pagate mensilmente ai grandi dirigenti, sia […]

Leggi tutto... 0

Regionali in Sicilia: divide et impera (Lorenzo Baldo)

 “E’ una schifezza!”, non ci gira troppo attorno, Letizia Battaglia, commentando i risultati definitivi delle elezioni regionali in Sicilia. L’analisi della grande fotografa palermitana è tranciante, il motivo del successo del Caimano è alquanto scontato. “Berlusconi porta con sé il fascino dei soldi – sottolinea Letizia –.  A chi lo ha scelto non gliene frega nulla delle nuove indagini sulle stragi che lo vedono coinvolto assieme a Dell’Utri. Tutti sanno che è indagato e che possibilmente ha contribuito a creare morte e distruzione, ma lo […]

Leggi tutto... 0

Annata ricca, massaru cuntentu: la campagna olearia in Sicilia

E’ il titolo di una famosa commedia di Nino Martoglio. E la campagna olearia di quest’anno, si può dire sin da adesso non un’annata ricca, ma eccellente, sia per la qualità che per la quantità di olio che si produce. Gli alberi sono stracarichi e, malgrado la siccità e lo scirocco, buona parte delle olive sono rimaste attaccate all’albero, chiaro segnale che l’oliva è “sinsera”, cioè non ancora attaccata dalla mosca olearia. Si può solo notare che, nel rapporto qualità-quantità […]

Leggi tutto... 0

Erika e lo spaccio in discoteca: 200 euro ogni 5 minuti”

Riprendo questa notizia da Palermo Today perchè offre un quadro preciso e desolante di quel che succede a Palermo in alcuni ambienti della cosiddetta “movida” notturna, di come circolano certi tipi di droga, dell’impressionante flusso di denaro che finisce dalle tasche dei giovincelli in cerca di emozioni a quelle di mafiosi e trafficanti senza scrupoli, e della disinvoltura con cui certe ragazze in cerca di guadagni facili  hanno fatto dello spaccio un lavoro. Questa volta la “roba” arrivava dall’Argentina  I […]

Leggi tutto... 0

Quando la cronaca diventa morbosità

Su “La Repubblica del 15 settembre un articolo di FRANCESCO MERLO, che condivido e che comunque lascia aperto un dubbio: l’interesse per certi argomenti nasce dall’utente televisivo o dal lettore oppure è suggerito, indirizzato e sollecitato da colui che scrive l’articolo?  Pertsonalmente credo che colui che scrive la notizia, che fa diventare notizia un qualsiasi fatto, stimoli l’attenzione verso quello che scrive e crei tutti i relativi coinvolgimenti d’opinione. Esiste poi un’altra più sottile e cattiva considerazione: quanto viene dato, […]

Leggi tutto... 0

Elezioni regionali siciliane: è partito il carrozzone  

  E’ cominciato già da qualche mese  il balletto, in gran parte sotterraneo,  in vista delle elezioni per il rinnovo dell’Assemblea Regionale. Si tratta del parlamento più vecchio del mondo, del primo parlamento della storia, che i Savoia avevano cancellato e che è risorto con la nuova Repubblica. I suoi componenti si fregiano del titolo di onorevoli. Dovrebbe essere il centro di una storia gloriosa, ma da tempo è ormai ridotto a uno squallido teatrino dove galleggiano “ascari”, cioè personaggi […]

Leggi tutto... 0

Che ne so io della Corea del Nord? ( Maurizio Lepori)

    A cosa stai pensando?… sono anni che quando apro questa pagina Mark mi fa sempre la stessa domanda. Be’, se proprio lo vuoi sapere, sto pensando alla Corea del Nord. In questi giorni mi sveglio spesso pensando alla Corea del Nord… ma giuro, non lo faccio più. Cosa ne so io della Corea del Nord? Personalmente, non ne so un cavolo. Della Corea del nord ce ne parlano giornali e TG, ma considerato che i nostri giornalisti non […]

Leggi tutto... 0

Inverno ad Agosto

  Al tornare delle prime piogge, solitamente nella seconda metà d’agosto, i vecchi ripetevano: “Austu e riustu è capu d’invernu”.Per indicare che la bella stagione finiva ad agosto e che da quel mese iniziava l’inverno. E mia madre aggiungeva: “Sittemmiru, chiamalu ca veni, ottobbiru cu a scuola e l’ogghiu novu, nuvemmiru na vulata, dicemmiru ed è già Natale”. L’odore forte e acre della terra bagnata, il respiro musicale e dolcemente silenzioso delle piante gocciolanti, che ricominciavano a dissetarsi  avidamente,  il […]

Leggi tutto... 0

L’Isis: Branco, fascinazione e nichilismo

La “car Jihad” che semina morte nel cuore di Barcellona, è “solo” un frammento di una strategia invasiva. Targata Isis 2.0 Una sconfitta che può trasformarsi in un incubo. Un incubo che è già diventato realtà: Barcellona, Parigi, Bruxelles, Nizza, Strasburgo, Monaco, Berlino, Manchester, Londra, Colonia, Stoccolma… Solo in Germania nove attacchi in un anno. Duemila foreign fighters con passaporto britannico addestratisi in Iraq, in Siria, in Libia, sono, quelli rimasti in vita, rientrati in patria per scatenare la Jihad […]

Leggi tutto... 0

L’emergenza profughi? È finta (numeri alla mano), ma l’Italia non riesce a gestirla lo stesso

Finirà che toccherà dire bravo a Marco Minniti, ora che pare le navi delle Ong restano a terra in Italia, che la guardia costiera del Paese africano pare abbia deciso di bloccare gli sbarchi, che gli scafisti abbiano deciso di prendersi una pausa agostana dopo il record di partenze di luglio. Che l’emergenza, la grande invasione, la sostituzione etnica – chiamatelo come volete voi, questo psicodramma estivo – sia alle sue curve finali. Dal canto nostro, a bocce quasi ferme, […]

Leggi tutto... 0

Seguimi su Facebook