RISPOSTA A UN CIALTRONE (Salvo Vitale)

Asino sulla barca

  Riprendo in breve quanto pubblicato sulla pagina facebook “Noi sosteniamo i testimoni di giustizia”, di qualche giorno fa, a proposito dell’arresto di Leonardo Badalamenti e della sua bravata  di rottura del catenaccio di un ex-suo casolare  che una sentenza della Corte d’appello gli aveva restituito. L’articolo, in perfetto stile tipico del  vigliacco, non è firmato.  E’ la seconda volta che, nel giro di un mese qualche persona di questo gruppo, che, secondo il costume dei vigliacchi non ha nemmeno […]

Leggi tutto... 0

Ricordo di un compagno: Mastro Alfonso

124 Peppino e Mastro Alfonso

Mastro Alfonso Poche le notizie in mio possesso su mastro Alfonso Palazzolo, vecchio compagno della sezione del PCI portata avanti da Stefano Venuti, dalla quale si distaccarono , intorno al 67-68 diversi compagni per riconoscersi nelle scelte più a sinistra prima  nel PSIUP e poi nella Lega dei Comunisti e nel PCD’I ml., assieme a Peppino Impastato. Soprattutto negli anni della “destalinizzazione” voluta da Krusciov rimase invece legato alla figura di Stalin, del quale, nel circolo Che Guevara, creato da […]

Leggi tutto... 0

L’indulgenza (Salvo Vitale)

0012-indulgenze-e-preghiere-1

  L’indulgenza è una peculiarità della Chiesa cattolica, e serve a cancellare, parzialmente o totalmente alcune conseguenze di un peccato  (detta pena temporale) per il peccatore pentito sinceramente dei puoi errori e perdonato tramite il sacramento della confessione. C’è stato un periodo in cui l’indulgenza era a pagamento (oblatio) e veniva attestata da apposito certificato, che fungeva anche da ricevuta (da esibire a San Pietro). Esiste un’indulgenza parziale, cioè di alcuni giorni o anni che dovrebbero accorciare i tempi della pena in Purgatorio  e un’indulgenza plenaria […]

Leggi tutto... 0

Beni per 30 milioni di euro sequestrati a Giovanni Pilo, imprenditore vicino a Cosa nostra

Dia-e1531904089150

  La DIA di Palermo ha eseguito un decreto di sequestro nei confronti di Giovanni Pilo, 83enne, imprenditore edile palermitano residente a Guidonia Montecelio (Rm). Il provvedimento è stato emesso dalla Prima Sezione Penale e Misure di Prevenzione del Tribunale di Palermo, presieduta dal dott. Raffaele Malizia, su proposta del Direttore della DIA, Generale Giuseppe Governale, d’intesa con il PM dott. Dario Scaletta, dell’Ufficio Misure di Prevenzione, coordinato dal Procuratore Aggiunto dott.ssa Marzia Sabella. Giovanni Pilo, nel 1976 e nel […]

Leggi tutto... 0

Sempre con noi: ricordo di un compagno: VITO LO DUCA

4618 Mangiata luglio 78 - Copia

Dal libro di Salvo Vitale “Intorno a Peppino” (ed. Di Girolamo Trapani 2020)                                                                                                                                E’ stato un bell’esempio di […]

Leggi tutto... 0

Mignotte

Frine

  Nella lingua italiana è curioso notare come alcune parole (e modi di dire), al maschile abbiano un significato, mentre se poste al femminile in taluni contesti ne assumano di completamente diversi, anzi hanno un solo significato. Nello specifico, il termine “mignotta”    si contraddistingue per la sua polivalenza di significati.  Alcuni esempi: Cortigiano: gentiluomo di corte – Cortigiana: mignotta Massaggiatore: chi per professione pratica massaggi, cinesiterapista- Massaggiatrice: mignotta Il cubista: artista seguace del cubismo – La cubista: mignotta Uomo disponibile: […]

Leggi tutto... 0

24 maggio 1915: Il Piave mormorava

unnamed

Il Piave mormorava, calmo e placido al passaggio dei primi fanti il 24 maggio.   In questa data l’Italia, dopo essere stata due anni a guardare,  entrò in guerra contro i suoi alleati della “Triplice Alleanza”, cioè Austria e Germania, schierandosi con la Francia e L’Inghilterra. A Salandra, che aveva avviato le trattative, con il Patto di Londra promisero mari e monti. Scavalcando il parere del parlamento, dove la maggioranza giolittiana era contraria e lasciandosi convincere dalle sirene interventiste, l’Italia si […]

Leggi tutto... 0

A dodici anni dal sequestro, confiscati i beni di Andrea Impastato

Andrea Impastato

    La storia Storia vecchia quella del sequestro dei beni di Andrea Impastato, oggi rispolverata perché si è passati alla confisca. I dati e le motivazioni restano  uguali: si tratta di  un imprenditore di Cinisi al quale il 22 febbraio 2008 vengono sequestrati i beni per 150 milioni di euro riconducibili, secondo le indagini, a Bernardo Provenzano e a Salvatore Lo Piccolo, dei quali Andrea sarebbe  un prestanome, attraverso il  suo compaesano Pino Lipari, accusato di essere ministro dei […]

Leggi tutto... 0

L’identità siciliana negata (Alessio Pracanica)

unnamed

  In genere preferisco tirarmi fuori dalle infinite diatribe in cui amano esercitarsi i “leoni”, o meglio i lenoni da tastiera. In questi giorni è di moda  pigliarsela con la ragazza restituita ai suoi genitori e con il suo velo verde,   oppure con la minchiara fatta da Musumeci il quale in un solo colpo ha avuto la capacità di distruggere la sua nomea di persona seria e di mortificare quell’identità siciliana già troppe volte offesa dal razzismo leghista. Non ho […]

Leggi tutto... 0

10 MAGGIO 1979: I FUNERALI DI PEPPINO

20 Lotta Continua

10 MAGGIO 1979: I FUNERALI DI PEPPINO   Come ogni mattina, mi reco alla spiaggia per dare un’occhiata al mare. Le onde si strusciano pigre e sonnolente sulla battigia. Cerco di leggere, in questo lento andirivieni, quello che può essere successo. Di certo l’altra sera, lasciandomi davanti casa, Peppino avrà fatto questa strada e si sarà fermato, come spesso faceva, qui. Lo vedo. Spegne il motore. Scende dalla macchina per sentire la sabbia sotto i piedi. In cielo svanisce l’ultima […]

Leggi tutto... 0

Seguimi su Facebook