In ricordo di Emanuele Macaluso: la storia non si cancella con una risoluzione

140270199_2788598444792449_6520981633840105082_n

In ricordo di Emanuele Macaluso, recentemente scomparso e frettolosamente accantonato da coloro che ne hanno ricordato la sua carriera di “comunista”, ma anche in occasione del centenario della nascita del PCd’I, poi PCI, del quale assistiamo in questi giorni alla celebrazione, anche da parte di quelli che ne hanno rimosso il nome, riprendo, da un post di Pietro Milazzo, questo intervento scritto in occasione della scandalosa votazione del Parlamento Europeo, che ha equiparato il comunismo con il nazismo, con il […]

Leggi tutto... 0

PADRE NOSTRO: RILIEVI CRITICI (S .V.)

padre_nostro_1_1

  Premessa: Ho esitato per parecchio tempo prima di pubblicare questa riflessione critica.  Il Padre Nostro è una preghiera insita nell’essere cristiani, componente primaria del cristianesimo, la preghiera per eccellenza, in quanto indicata dal figlio di dio, che ci rende, assieme a lui, figli tutti dello stesso padre. L’abbiamo tutti recitata e, sin da piccoli, il sapere di avere un altro padre ben più potente del nostro e che ci amava più del nostro, ci dava uno strano senso di sicurezza […]

Leggi tutto... 0

UN CENTENARIO PER DUE PARTITI

fondazione-pci

Al XVII Congresso del Partito Socialista, che si tenne a Livorno dal 15 al 20 gennaio 1921, maturò, ad opera di Antonio Gramsci e Amedeo Bordiga la scissione che portò alla nascita del Partito Comunista d’Italia. Riporto un giudizio di Camera-Fabietti: “Sui tempi e sui modi della scissione gli stessi Gramsci e Togliatti espressero più tardi un giudizio di netta autocritica, e in realtà, nel breve periodo, la scissione contribuì senza dubbio a indebolire la capacità di resistenza del proletariato […]

Leggi tutto... 0

Emanuele Macaluso: «Io comunista non pentito » (di Monica Guerzoni)  

140270199_2788598444792449_6520981633840105082_n

  Condivido e ripropongo  questa interessante intervista di Monica Guerzoni, trovata in rete e realizzata il 17 marzo 2019, ad Emanuele Macaluso, oggi scomparso,  uno dei più autorevoli esponenti di quello che una volta fu il glorioso Partito Comunista e che, diversamente da molti suoi “compagni” non si è mai vergognato di chiamarsi compagno e non si è mai tirato indietro. Personalmente non ho aspettato che morisse per ricordarne l’importanza.Qualcuno gli ha rimproverato la sua partecipazione al “milazzismo”, poichè in […]

Leggi tutto... 0

NEI GIUDIZI SUI MERIDIONALI QUALCHE CRETINO SPUNTA SEMPRE

unnamed

Terroni maledetti, inferiori, africani bianchi Salvo Vitale 18 Gennaio 2021 Qualche mese fa Vittorio Feltri, eccelso fascista ed infimo giornalista, ha definito “inferiori” i meridionali: storia vecchia, da quando, a partire dall’unità d’Italia gli abitanti del Sud erano considerati una “razza maledetta”, e come tali giudicati anche dagli Americani, quando i nostri progenitori andavano a cercar lavoro emigrando. Indubbiamente siamo inferiori, rispetto a chi emette questi giudizi, per imbecillità e per ignoranza. A stretto giro, un certo on. Librandi, di origine […]

Leggi tutto... 0

Belice 1968: Il terremoto non finito (Salvo Vitale)

terremoto_belice_1968

Sono passati 53 anni da quando, fra il 14 ed il 15 gennaio del 1968, un forte terremoto sconvolse l’area del Belice in Sicilia. Le scosse erano iniziate il giorno prima, ma le più forti si verificarono nella notte fra il 14 ed il 15, fra le 2.33 e le 3.01. La più forte di tutte fu di magnitudo momento 6.1, causò le distruzioni maggiori e fu avvertita sino a Pantelleria. A Gibellina Vecchia, Montevago e Salaparuta Vecchia, venne raggiunto […]

Leggi tutto... 0

Cinisi 1974/78: Peppino e la questione degli edili (Salvo Vitale)

4618 Mangiata luglio 78 - Copia

Peppino e la questione degli edili a Cinisi: una lettera inquietante AMDuemila   12 Gennaio 2021 La lettera Questa lettera è stata inviata a un compagno di Peppino, del quale viene omesso il nome. Dal timbro postale non è leggibile la data e, per quanto Peppino si sia occupato del problema soprattutto tra il 74 e il 75, il riferimento al “Circolo” lascia pensare che sia stata scritta nel periodo del Circolo Musica e Cultura, cioè nel 1977. Si noti che, […]

Leggi tutto... 0

Giuseppe Di Matteo, “u canuzzu”  

x5652902_0730_giuseppe_di_matteo_combo.jpg.pagespeed.ic.3vxt_jwFr-

  Oggi è il 25° anniversario della morte di Giuseppe Di Matteo, ucciso l’11 gennaio 1996. Oggi avrebbe 39 anni. Giuseppe Di Matteo fu rapito il pomeriggio del 23 novembre 1993 a quasi 13 anni su ordine di Giovanni Brusca, boss di San Giuseppe Jato. I sequestratori si travestirono da poliziotti della DIA invitando il ragazzo a seguirli, e facendogli credere che doveva  rivedere il padre, allora sotto protezione. Dice Spatuzza: “Agli occhi del ragazzo siamo apparsi degli angeli, ma […]

Leggi tutto... 0

A Biagio Conte la Cittadinanza Onoraria di Godrano 

Biagio Conte 20210109_114724

All’unanimità il Consiglio Comunale di Godrano (PA), composto da 10 elementi, su proposta del Sindaco e della Giunta, ha conferito la Cittadinanza Onoraria a Fratel Biagio Conte con la seguente motivazione: “A Fratel Biagio per avere realizzato nel nostro territorio un Centro di Preghiera e Spiritualità, interreligioso, denominato Porta e Valle della Speranza, dove accogliere i giovani e tutti coloro che vogliono ritrovarsi in sintonia con la natura. Con la consapevolezza che la sua preziosa opera a sostegno dei più […]

Leggi tutto... 0

5 gennaio per Giuseppe Fava e Peppino Impastato, passando per Danilo Dolci (Salvo Vitale)

IMG_20210105_0001

  Due persone con una diversa storia alle spalle, ma con molti punti in comune: entrambi vengono ricordati come “giornalisti” uccisi dalla mafia: per la verità Fava era un “professionista” del giornalismo, Peppino, malgrado qualche rara corrispondenza a “Lotta continua” aveva dedicato la sua attenzione all’informazione orale attraverso Radio Aut. Solo nel 1996 gli sarà concessa., alla memoria, l’iscrizione all’albo dei giornalisti.   Entrambi avevano identificato nei grandi mafiosi della loro zona, da una parte Nitto Santapaola, dall’altra Tano Badalamenti, i […]

Leggi tutto... 0

Seguimi su Facebook