La scomunica dei comunisti

Scomunica comunisti

  Il 1º luglio 1949 Papa Pio XII emanò un  decreto della Congregazione del Sant’Uffizio in cui si dichiarava illecita, a detta della Congregazione, l’iscrizione al Partito Comunista Italiano, nonché ogni forma di appoggio ad esso. Secondo questo decreto  coloro che professavano la dottrina comunista erano da ritenere apostati, quindi incorrevano nella scomunica. La condanna del comunismo, da parte della Chiesa non era una novità, ma adesso veniva estesa a chi si iscriveva al partito o collaborava con esso, anche […]

Leggi tutto... 0

La strage di Bologna: dopo quarant’anni  nessuna verità  

IMG_20200730_0005

  Si  trattò del  più grave atto terroristico avvenuto in Italia nel secondo dopoguerra.  Malgrado fosse subito evidente che il gesto era l’ultimo segnale in ordine di tempo della strategia neofascista della tensione che aveva segnato  gli anni ’70 e ’80 in Italia, dopo una serie di depistaggi, la sentenza finale del 1995 condannò Valerio Fioravanti e Francesca Mambro «come appartenenti alla banda armata che aveva  organizzato e realizzato l’attentato di Bologna» e per aver «fatto parte del gruppo che […]

Leggi tutto... 0

Raddoppiate gratuitamente le aree date in concessione: scompaiono le spiagge libere.

184035831-7401b60e-c780-4b1f-aa5d-828f7a087ae5

   Qualcuno ha pensato, si è illuso   che il Corona virus potesse servire a restituire ai cittadini quelle porzioni di territorio che sono state troppo generosamente date in gestione e in concessione dallo stato , dalle sovrintendenze o dai comuni, ai privati. Si sperava, si sognava che non ci fossero più spiagge a pagamento, niente più strade interrotte dalle sedie e dai tavoli di un locale adiacente, niente angoli paradisiaci della nostra penisola riservati al diletto dei ricchi e preclusi […]

Leggi tutto... 0

Tre mesi di proroga anche per i mafiosi

Cura-Italia-696x355

  Prorogato con il decreto “Cura Italia”, da 90 a 180 giorni il tempo riservato al prefetto per la sospensione dei Consigli comunali e provinciali e per la nomina di un commissario prefettizio: uguale proroga per lo scioglimento dei consigli comunali e provinciali a seguito di fenomeni di infiltrazione mafiosa (articolo 143, comma 4); da 45 a 135 giorni il termine entro il quale, dal deposito delle conclusioni della commissione d’indagine, il prefetto invia al Ministro dell’Interno la relazione con […]

Leggi tutto... 0

L’Italia è un paese ricco….(Salvo Vitale)

images (1)

Siamo la settima potenza industriale del mondo. E’ vero che tedeschi, francesi , inglesi e Cinesi stanno acquistando tutto, ma rimane sempre il “made”, sino a quando avrà un senso rivendicarlo. Anche l’ultima manovra post-corona virus di 56 miliardi di euro, che i leghisti hanno definito briciole, dopo che in passato  avevano arraffato 49 milioni che rimborseranno a rate, ci dimostra che siamo un paese ricco. Da dove prendiamo i soldi? Niente, facciamo sempre debiti. Il nostro debito pubblico è […]

Leggi tutto... 0

L’identità siciliana negata (Alessio Pracanica)

unnamed

  In genere preferisco tirarmi fuori dalle infinite diatribe in cui amano esercitarsi i “leoni”, o meglio i lenoni da tastiera. In questi giorni è di moda  pigliarsela con la ragazza restituita ai suoi genitori e con il suo velo verde,   oppure con la minchiara fatta da Musumeci il quale in un solo colpo ha avuto la capacità di distruggere la sua nomea di persona seria e di mortificare quell’identità siciliana già troppe volte offesa dal razzismo leghista. Non ho […]

Leggi tutto... 0

9 maggio tra Peppino Impastato ed Aldo Moro.

96047614_3134557696605890_2103515092833271808_n

  Da qualche anno si è voluto dedicare il 9 maggio alle vittime del  terrorismo, in ricordo soprattutto della morte di Aldo Moro “ucciso come un cane dalle Brigate Rosse” (per citare una frase che lo scrivente pronuncia nel film “I cento passi”). Un particolare sguardo va soprattutto ai magistrati uccisi, in considerazione del killeraggio sistematico e spietato che attualmente il capo del governo sta mettendo in atto contro chi ha osato denunciare le sue malefatte. Ma altre vittime del […]

Leggi tutto... 0

Quello che Peppino ci ha lasciato

Copertina Intorno a P.

STAMP di Salvo Vitale Da più parti viene posta la domanda: “Cos’è rimasto dell’eredità di Peppino?” La risposta non è facile. Va riscontrato che in Sicilia i mutamenti sono lentissimi per tutta una serie di ragioni storiche. Nel caso di Peppino dobbiamo valutare che cosa è rimasto nel suo paese, Cinisi e che cosa invece è maturato fuori, nel resto d’Italia. A Cinisi formalmente c’è la cosiddetta via del mare che è intestata a lui, idem dicasi per l’aula consiliare. […]

Leggi tutto... 0

IL 25 APRILE NON E’ IL 4 NOVEMBRE (Stefano Avanzini)

Partigiani 6 ++

    Pubblico questo brano inviatomi da un mio collega, che attualmente insegna in Germania, il prof. Stefano Avanzini, a commento delle esilaranti sparate degli ultimi “avanzi” del fascismo Italiano, a partire dai camerati  La Russa e Meloni per finire con il loro compagno di merenda Salvini, che vorrebbero festeggiare la liberazione dal corona virus oppure il trionfo dell’Italia unita ma il 4 novembre. Poverini, proprio non ce la fanno a ingoiare il rospo di un’Italia antifascista nata dalla Resistenza […]

Leggi tutto... 0

La datità di senso

images

    Mar i ta vul fi, tu no  vol sco, nes gio de set ti pia, che ca de fa?. O m’a min pen a tia   L’acrostico di partenza potrebbe avere un senso, come potrebbe non significare niente , essere espressione di un’assenza di significato, di mancanza di datità di senso. Man mano che riemergono i frammenti del discorso, quello di vita quotidiana, oddio, anche amoroso, la prima tentazione, se vuoi regola, è quella di assemblarli nella griglia […]

Leggi tutto... 0

Seguimi su Facebook