Terrasini: presentazione del libro di Salvo Vitale “In nome dell’antimafia”

locandina IN NOME DELL'ANTIMAFIA 2

Mezzo secolo di mafia vera e di mafia presunta, di antimafia impegnata e antimafia fasulla attraverso l’utilizzo di una legge, quella sulle misure di prevenzione, che presenta molti dubbi di costituzionalità. In questa inchiesta sui beni sequestrati in Sicilia e sulle discrasie di tale legge, l’autore , attraverso i suoi servizi nella piccola emittente di Telejato, esamina il delicato spazio di quella zona grigia dell’imprenditoria siciliana, della quale non è facile individuare i contorni , esposta alle indiscriminate  azioni  di […]

Leggi tutto... 0

6 Agosto, San Salvatore, il santo che non c’è (Salvo Vitale)

Giovanni_Bellini_-_Trasfigurazione_di_Cristo

  Oggi 6 agosto la Chiesa Cattolica celebra la trasfigurazione di Cristo.  L’episodio è narrato, allo stesso modo e con le stesse parole, quasi copiato, nei tre vangeli sinottici (Marco 9:2-8, Matteo 17:1-8, Luca 9:28-36). La prima stranezza è data dal fatto che Giovanni . definito “suo fratello”, è l’unico che, pur essendo presente, nel suo Vangelo non accenna al fatto. Trascrivo il racconto di Matteo, che mi sembra il più efficace: “Gesù prese con sé Pietro, Giacomo e Giovanni […]

Leggi tutto... 0

Due partigiani siciliani in Lunigiana

230993496_10224997154143563_6009342779353760423_n (1)

31.07.2021.  Sveglia alle quattro,  aereo per Pisa, arrivo con venti minuti di anticipo, sosta al bar dell’aeroporto con cornetto e caffè per due, pari a sette euro, cioè una rapina, sino all’arrivo di Giuseppe, un compagno con una nuvola di capelli biondi e barba incolta. Andiamo in giro per Pisa, con vista dell’Arno, sino alla piazza dei Cavalieri, sede della Scuola Normale e della casa del conte Ugolino, con la statua di Cosimo dei Medici in bella esposizione. Inevitabile una […]

Leggi tutto... 0

Danilo, Trappeto, la Sicilia e il Lungomare negato  (S.V.)

Borgo di dio

  Sulla vicenda dell’intestazione del Lungomare di Trappeto a Danilo Dolci, mi sembra di stare assistendo a un festival dell’ipocrisia e ad una serie di giochetti, diciamo poco corretti, da parte dei protagonisti di questa storia paesana che non fa onore all’amministrazione comunale, ma che lascia qualche ombra anche sulle altre  parti in causa, il tutto consumato sul nome di  Danilo, che meriterebbe ben altro che l’intestazione di una strada.  Il limite più grosso di questa “bega” paesana sta nella […]

Leggi tutto... 0

Marzo 1993: Quando nacquero “I cento passi”

38PL2794

Sono passati esattamente 28 anni da quando Claudio Fava venne a Cinisi. Allora lavorava per Canale 5 per la serie  “Cinque delitti imperfetti”. Racconto questo episodio nel mio libro “Cento passi ancora” (Rubbettino editore)    A marzo Claudio Fava viene a Cinisi. Felicia lo aspetta con ansia, lo abbraccia e poi attacca a parlare, come un fiume in piena. Gli chiede di suo padre, dei suoi assassini, della sua vita, dei suoi giornali.  Il giornale “I Siciliani” si è occupato di […]

Leggi tutto... 0

Giuseppe Di Matteo, “u canuzzu”  

x5652902_0730_giuseppe_di_matteo_combo.jpg.pagespeed.ic.3vxt_jwFr-

  Oggi è il 25° anniversario della morte di Giuseppe Di Matteo, ucciso l’11 gennaio 1996. Oggi avrebbe 39 anni. Giuseppe Di Matteo fu rapito il pomeriggio del 23 novembre 1993 a quasi 13 anni su ordine di Giovanni Brusca, boss di San Giuseppe Jato. I sequestratori si travestirono da poliziotti della DIA invitando il ragazzo a seguirli, e facendogli credere che doveva  rivedere il padre, allora sotto protezione. Dice Spatuzza: “Agli occhi del ragazzo siamo apparsi degli angeli, ma […]

Leggi tutto... 0

Si riparte con il libro di Salvo Vitale “Intorno a Peppino”

IMG-20200626-WA0000

            25.6.2020: Bella serata. E cominciata nel pomeriggio presso la casa dell’equità edella bellezza” (Via Nicolò Garzilli 43/a), dove da tempo Augusto Cavadi ha cercato di costruire un punto d’incontro culturale, di consulenza filosofica e di approfondimento di problemi teologici.  Poche persone, i sostenitori mensili della Casa, con invito in forma privata.  Più partecipato invece l’incontro al  Laboratorio “Andrea Ballarò” (Largo Rodrigo Pantaleone 9), grazie alla possibilità di potere usufruire di uno spazio esterno.  In […]

Leggi tutto... 0

Portella della Ginestra: per non dimenticare

703 Portella

STAMPA di Salvo Vitale Primo Maggio, festa dei Lavoratori. Quest’anno, come per il 25 aprile, niente festa, causa virus, ma la storia è sempre lì e non si cancella. A partire dal 1889, quando questo giorno venne istituito nel ricordo di alcuni anarchici uccisi nell’Illinois, questa data è diventata in tutto il mondo l’occasione per ricordare e portare avanti i problemi, le lotte e i diritti di tutti coloro che attraverso il loro lavoro danno il proprio contributo per migliorare […]

Leggi tutto... 0

25 aprile 2020:oggi più di prima RESISTENZA

resistenza

  Ci hanno provato e ci stanno provando in tutti i modi a cancellare questa festa. Il pensiero che possa essere esistita una Resistenza, che gli Italiani possano essersi ribellati al ducetto e ai suo gerarchi, che possano avere messo in crisi e al muro  un regime durato vent’anni, proprio non riescono a digerirlo. Non ci vuole molto a capire perché: ormai le destre neofasciste, incipriate di sovranismo, di antieuropeismo, di razzismo, sono certe che alle prossime elezioni andranno al […]

Leggi tutto... 0

Partinico: Il comune  compie 220 anni.

21 C.so dei M. e chiesa di S. Giuseppe

 La beffa dell’autonomia Qualcuno ha voluto ricordare il 19 aprile  come l’anniversario dei 220 anni in cui è nato il Comune di Partinico, ovvero come il giorno in cui il re Ferdinando III di Borbone concesse  l’autonomia municipale a quella che egli definiva “devotissima civitas”. Partinico veniva così a fregiarsi del titolo di “Universitas”, che, nella struttura amministrativa borbonica stava a indicare “l’università dei cittadini” o delle terre vicine, ovvero il comune. I comuni che potevano fregiarsi di questo titolo […]

Leggi tutto... 0

Seguimi su Facebook