“Libertà va cercando, ch’è sì cara, come sa chi per lei vita rifiuta”. (Salvatore Petrotto)

Come e in cambio di cosa un giornalista agrigentino ha venduto se stesso diventando un pennivendolo con l’etichetta antimafia  Se solo alcuni sedicenti giornalisti agrigentini avessero letto questo verso del Purgatorio, di Dante Alighieri, forse si sarebbero resi conto del loro delicato ruolo, sostanzialmente tradito, a causa della loro naturale compiacenza interessata, nei confronti dei potenti di turno. E così anche questo ultimo baluardo,  la libertà di stampa, cardine e fondamento di ogni moderna democrazia, in provincia di Agrigento, da qualcuno […]

Leggi tutto... 0

Due pesi e due misure

  Nell’agosto 2014, su proposta del ministro degli interni Alfano, sono stati sciolti i comuni di Giardinello e Altaville Milicia sulla base di alcune intercettazioni dalle quali si evinceva il sospetto che sindaci e amministratori comunali fossero stati eletti con l’appoggio di elementi mafiosi. Le motivazioni addotte erano così fumose  che i due sindaci venivano reintegrati con una sentenza del TAR Lazio, cui si erano rivolti, nel marzo 2015, ma venivano di nuovo e definitivamente “posati” con una sentenza del […]

Leggi tutto... 0

A Palermo scatti inediti di Letizia Battaglia

“Con Palermo c’è sempre stato un rapporto di rabbia e di dolcissima disperazione. La sento malata e mi fa arrabbiare. Io vorrei andarmene ma non ci riesco, la amo morbosamente e ho ancora molte cose da fare nella mia città”. Letizia Battaglia By The Mammoth’s Reflex – Feb 24, 2016 1382 1 Share on Facebook Tweet on Twitter La bambina con il pallone, quartiere la Cala Palermo, 1980 Courtesy Letizia Battaglia PALERMO. Dal 6 marzo all’8 maggio 2016, ZAC ai […]

Leggi tutto... 0

Felicia Bartolotta Impastato

Sul sito GARIWO, la foresta dei Giusti si può leggere questo profilo di Felicia   FELICIA BARTOLOTTA IMPASTATO 1916 – 2004 La madre di Peppino Impastato Felicia Impastato Felicia Bartolotta nasce in una famiglia della piccola borghesia provvista di qualche appezzamento di terra, coltivato ad agrumi e ulivi. Il padre è impiegato al Comune, la madre casalinga, come sarà anche Felicia. Si sposa, nel 1947, con Luigi Impastato, di una famiglia di piccoli allevatori legati alla mafia del paese. Il 5 gennaio […]

Leggi tutto... 0

Due o tre cose su Guido Orlando (Marcello Faletra)

Un ricordo di Marcello Faletra su Guido Orlando, raffinato fotografo, amico e compagno di lotte nel nome di Peppino Impastato, del quale ricorre il quarto anniversario della morte  Sono le quattro del mattino. Mentre la notte inizia a sprofondare tra le prime luci dell’alba, andiamo al porto. Con noi c’è Norino poi emigrato e altri due amici…forse ci sono anche Giosuè e  Faro, ma non ricordo bene adesso, dopo tanti anni. Se ricordo bene Guido è perché abbiamo parlato di fotografia, […]

Leggi tutto... 0

Il rispetto

“U rispettu è misuratu, cu lu porta l’avi purtatu” Salvo Vitale   Un discorso sul “rispetto” parte da lontano, dal rispetto che bisognerebbe avere verso ogni essere umano, il quale, secondo la “Dichiarazione dei diritti universali dell’uomo” ha o avrebbe, di vedere rispettata la sua condizione. Ma su questo si apre un’autostrada ancora tutta da percorrere per gli esseri umani, il cui stimolo più elementare dovrebbe essere determinato dal pensiero che quello che sta succedendo a un altro, domani potrebbe […]

Leggi tutto... 0

Il mio ricordo di Umberto Eco (Nicola Tranfaglia)

Dettagli Pubblicato: 21 Febbraio 2016 di Nicola Tranfaglia Chi ha avuto la ventura di conoscere Umberto Eco, di lavorare con lui e di scambiare con lui i pensieri sull’Italia e sul pianeta Terra, oggi sa di aver perduto un amico e un interlocutore impagabile, al di là delle discipline accademiche che abbiamo coltivato e, in qualche caso coltiviamo ancora. Ci siamo incontrati in più occasioni, soprattutto a Milano o a Torino, impegnati nelle due università in convegni che prevedevano la […]

Leggi tutto... 0

Tra fiction e realtà (Alessio Di Florio)

Ad una ginnastica d’obbedienza si dice no Scritto il 18 febbraio 2016  “ … Certo bisogna farne di strada da una ginnastica d’obbedienza fino ad un gesto molto più umano che ti dia il senso della violenza però bisogna farne altrettanta per diventare così coglioni da non riuscire più a capire che non ci sono poteri buoni…” (Fabrizio Dé Andre, Nella mia ora di libertà) Guarda su YouTube Salvo Vitale in un articolo su Antimafia2000 nel febbraio 2002 spiegò che sono […]

Leggi tutto... 0

I falsi democratici e i trucchi della falsa democrazia

  Quello che succede in questi giorni in Parlamento, per l’approvazione del decreto sulle unioni civili è la conferma di quanto la deriva autoritaria che si sta vivendo sia diventata una caratteristica, quasi logica e giudicata inevitabile. Intanto il problema, che riguarda una maggioranza di gente di sesso diverso, che ha scelto di vivere senza benedizioni religiose e cerimonie civili, è stato focalizzato  sulle  coppie omosessuali che, rispetto alle prime, sono una minoranza, così come una ancor minore minoranza è […]

Leggi tutto... 0

Presentato un libro su Vittorio Orlando

“Vittorio Orlando: una biografia quasi un romanzo” al Gonzaga di Palermo 06/02/2016 Antonio Catalfio 0 Comment Istituto Gonzaga, Museo Regionale di Terrasini, Vittorio De Simone, Vittorio Orlando Domenica 14 Febbraio 2016, alle 17:15, presso l’Auditorium dell’Istituto Gonzaga in Via Piersanti Mattarella 42, è stato presentato il libro sull’imprenditore, naturalista e amministratore “Vittorio Emanuele Orlando una biografia quasi un romanzo” di Vittorio Di Simone, Edizioni Danuas. Vittorio Orlando , il protagonista del libro di Vittorio Di Simone, era figlio di Carlo […]

Leggi tutto... 0