La mafia e li parrini……..

chiesa-e-mafia-300x210

La mafia e li parrini si déttiru la manu poviru cittadinu, poviru paisanu La mafia e li parrini,eterna sancisuca Unu jsa la cruci l’autru punta e spara unu minaccia ‘nfernu l’autru la lupara E mafia e parrini si déttiru la manu. Chi semu surdi e muti,rumpemu sti catini Sicilia voli gloria né mafia e né parrini E mafia e parrini si déttiru la manu. E mafia e parrini si déttiru la manu   Pubblicato: 20 Agosto 2019 su Antimafia Duemila di Salvo Vitale Il testo Mafia e Parrini scritto […]

Leggi tutto... 0

Burocra-zia

piueconomia-burocrazia

  Buro-crazia spesso diventa burocra-nonna per i tempi che portano alla vecchiaia, prima che si risolva un problema.  Lo schifo che la caratterizza, la puzza che essa promana, l’oscenità che la pervade, ci fanno stare lontano, almeno fino a quando è possibile, perché prima o poi bisogna farci i conti. Ed è come il filo di una matassa che, piano piano, avvolge il cittadino, lo stritola, ne succhia ogni possibilità di decisione autonoma. Tutto ruota attorno alla gestione spregiudicata e […]

Leggi tutto... 0

In ricordo di Rocco Chinnici

chinnici-rocco-eff-c-ansa

Nacque a Misilmeri  il 19 gennaio 1925 . Il 19 gennaio è anche la data di nascita di Paolo Borsellino.  La sua carriera si svolse interamente tra Palermo e Trapani: in quest’ultima città e nella contigua Partanna fece i suoi primi passi di magistrato, prima di essere trasferito a Palermo, dove divenne capo dell’Ufficio Istruzione. A lui che si devono tre grandi intuizioni che hanno rivoluzionato i metodi e il modo di agire contro la mafia: -La creazione del pool […]

Leggi tutto... 0

La generazione svanita

safe_image

  La colpa è nostra o meglio della generazione dei nostri genitori, che ci stanno cannibalizzando. Tutto è cominciato con la maleducazione, “siamo in democrazia e fumo dove cazzo mi pare…” “questo è un paese libero e butto la cicca della sigaretta dove voglio…” Siamo tutti cresciuti con il mito del “che” guevara, la maglietta rossa con la sua foto (per realizzarla il fotografo ne scattò più di 400), o quella di Jim Morrison, di Eminem, di Kurt Cobain e […]

Leggi tutto... 0

La scuola tra libertà d’insegnamento e censure

  di Salvo Vitale Il caso della docente sanzionata a Palermo Hai voglia di gridare “Giù le mani dalla scuola”. Ormai la scuola l’hanno in mano i leghisti e sono loro a decidere cosa si deve insegnare e cosa no, cosa è educativo e cosa no e a censurare i docenti che “non sorvegliano” e quindi non censurano quello che “producono” i loro alunni, specialmente quando si permettono di fare accostamenti con la storia del passato. Inutile studiare storia, non […]

Leggi tutto... 0

Piera Aiello scrive, Giovanni Impastato risponde, l’antimafia si lacera  

  9 maggio 2019: prima al casolare in cui è stato ucciso Peppino, e poi durante il corteo, Giovani Impastato e Umberto Santino hanno  invitato ad allontanarsi, e in malo modo, una delegazione del Movimento Cinquestelle composta da Giarrusso, da Roberta Schillaci e da Piera Aiello. Quest’ultima ha scritto una lettera a Giovanni Impastato, dove si legge: «Pochi mesi fa quando siamo stati insieme a Rosarno per il premio nazionale “Valarioti Impastato”, mi hai invitato a ricordare tuo fratello, così […]

Leggi tutto... 0

11 MAGGIO 1978: parte la controinchiesta

  Consueta sosta mattutina alla spiaggia. Non so se andare a scuola o fermarmi qua. Come sempre, seduto appena lì dove il mare non arriva, c’è il solito uomo. Una faccia rugosa di vecchio marinaio, annerita dal sole e dagli anni, lunghi capelli biondi, bianchi in qualche parte, una immobilità quasi ieratica. Sembra un pirata d’altri tempi. Dopo tanti giorni in cui ci siamo guardati sott’occhi, facendo finta di essere indifferenti l’uno alla presenza dell’altro, decido di rompere il ghiaccio, […]

Leggi tutto... 0

10 MAGGIO 1978

    Come ogni mattina, mi reco alla spiaggia per dare un’occhiata al mare. Le onde si strusciano pigre e sonnolente sulla battigia. Cerco di leggere, in questo lento andirivieni, quello che può essere successo. Di certo l’altra sera, lasciandomi davanti casa, Peppino avrà fatto questa strada e si sarà fermato, come spesso faceva, qui. Lo vedo. Spegne il motore. Scende dalla macchina per sentire la sabbia sotto i piedi. In cielo svanisce l’ultima striscia di tramonto. Dentro il sonno […]

Leggi tutto... 0

9 MAGGIO 1978

 Il ricordo di quel terribile giorno nel racconto di chi l’ha vissuto       Le sette del mattino. Notte insonne alla ricerca di Peppino. Eravamo scesi dalla radio, eravamo saliti assieme sulla sua scassatissima 850, mi aveva lasciato poco giù, dove abitavo, “ciao, ci vediamo alle 9”, poi più nulla se non la scia di una macchina nera che aveva girato la traversa dopo Peppino.Torno a casa in mattinata e aspetto qualche notizia. Puntuale la notizia arriva. Suonano il campanello: […]

Leggi tutto... 0

Musica e’….

     Non ha avuto molto successo, se non per pochi irriducibili il tentativo di richiamare in vita il  33 giri in vinile. Altri tempi. Era grande quanto una pizza, con i testi stampati nella copertina interna,  così che tutti  potevano cantarli andando dietro alla voce del disco, impararli a memoria, o quantomeno apprezzarli, quando erano brani di autentica poesia. Ogni tanto usciva anche il singolo con le due facciate, quella con il brano di successo, l’altra con  un brano […]

Leggi tutto... 0

Seguimi su Facebook