Il Traditore (Salvo Vitale)

matteo-renzi-la-raggi-consegna-i-rifiuti-a-mafia-capitale_898957

STAM Non è Tommaso Buscetta, ma Matteo Renzi. Buscetta è rimasto fedele alla sua arcaica visione di mafia con i suoi disvalori, con il suo deviato concetto di onore, con alcuni inderogabili principi che Totò Riina aveva stravolto e reinterpretato sotto il segno di una violenza brutale mirata esclusivamente al controllo violento del territorio e al dominio assoluto su ogni microcellula dell’organizzazione. Per don Masino ad avere tradito Cosa Nostra era la banda di Riina e dei suoi accoliti. Renzi invece ha tradito sin dall’inizio della […]

Leggi tutto... 0

La politica cambia pelle, in peggio

vitale-salvo-610

L’inversione dei valori STAMPA Dettagli   Pubblicato: 30 Settembre 2019 di Salvo Vitale Nietzsche la proponeva come l’alternativa di passaggio per la realizzazione dell’oltre-uomo. Scrollarsi di una serie di principi che avevano portato al decadimento dell’essenza umana, allo svilimento del senso della propria dignità e riacquistare se stessi, la propria forza interiore, la capacità di liberarsi dalle trappole di una morale imposta attraverso i secoli da quei mediocri che, incapaci di creare e superare la propria condizione, avevano imposto ai loro simili […]

Leggi tutto... 0

La Corte ha deciso: Il suicidio assistito qualche volta non è punibile  

5d8ba7a81e0000580072148d

   La decisione della Corte Costituzionale sul suicidio assistito chiude per il momento la delicata questione sulla scelta di decidere sulla propria vita quando questa è diventata insopportabile, rimarcando che chi agevola tale decisione o si presta a porla in atto non è equiparabile a chi istiga al suicidio.: “E’ non punibile”, a “determinate condizioni”, chi “agevola l’esecuzione del proposito di suicidio, autonomamente e liberamente formatosi, di un paziente tenuto in vita da trattamenti di sostegno vitale e affetto da […]

Leggi tutto... 0

Sistemi elettorali: maggioritario o proporzionale?

liste_elettorali1

  L’articolo, a parte qualche modifica, è stato pubblicato su  Antimafia Duemila il 9 dicembre 2013. Dopo che il PD renziano, con l’approvazione del Rosatellum ha fatto uno degli errori più grossi della sua storia politica, il tema si ripropone in questi giorni con una funambolica inversione delle scelte: Berlusconi, da proporzionalista convinto è diventato sostenitore del maggioritario (assieme a Salvini), mentre il PD, da sempre amante del maggioritario, è diventato, assieme ai Cinque stelle,  sostenitore del proporzionale.  Nelle sue […]

Leggi tutto... 0

C’eravamo tanto amati: Fenomenologia della negazione

Ragione o torto

      La negazione è la parte conclusiva di un discorso iniziato con l’approccio, il gradimento, la simpatia, la condivisione, il reciproco piacersi, l’ammirazione, la risata, la sbronza, l’esaltazione di un gesto, di una parola, l’inaspettata capacità di far diventare rilevante l’irrilevante, di riempire di senso l’insignificante. Sarebbe lungo cercare le motivazioni alla base della nascita, dell’affermarsi o della ulteriore crisi di un rapporto legato a un giudizio tipicamente emotivo, più difficile tentare un’universalizzazione di ciò che appartiene a […]

Leggi tutto... 0

La mafia e li parrini……..

chiesa-e-mafia-300x210

La mafia e li parrini si déttiru la manu poviru cittadinu, poviru paisanu La mafia e li parrini,eterna sancisuca Unu jsa la cruci l’autru punta e spara unu minaccia ‘nfernu l’autru la lupara E mafia e parrini si déttiru la manu. Chi semu surdi e muti,rumpemu sti catini Sicilia voli gloria né mafia e né parrini E mafia e parrini si déttiru la manu. E mafia e parrini si déttiru la manu   Pubblicato: 20 Agosto 2019 su Antimafia Duemila di Salvo Vitale Il testo Mafia e Parrini scritto […]

Leggi tutto... 0

Burocra-zia

piueconomia-burocrazia

  Buro-crazia spesso diventa burocra-nonna per i tempi che portano alla vecchiaia, prima che si risolva un problema.  Lo schifo che la caratterizza, la puzza che essa promana, l’oscenità che la pervade, ci fanno stare lontano, almeno fino a quando è possibile, perché prima o poi bisogna farci i conti. Ed è come il filo di una matassa che, piano piano, avvolge il cittadino, lo stritola, ne succhia ogni possibilità di decisione autonoma. Tutto ruota attorno alla gestione spregiudicata e […]

Leggi tutto... 0

In ricordo di Rocco Chinnici

chinnici-rocco-eff-c-ansa

Nacque a Misilmeri  il 19 gennaio 1925 . Il 19 gennaio è anche la data di nascita di Paolo Borsellino.  La sua carriera si svolse interamente tra Palermo e Trapani: in quest’ultima città e nella contigua Partanna fece i suoi primi passi di magistrato, prima di essere trasferito a Palermo, dove divenne capo dell’Ufficio Istruzione. A lui che si devono tre grandi intuizioni che hanno rivoluzionato i metodi e il modo di agire contro la mafia: -La creazione del pool […]

Leggi tutto... 0

La generazione svanita

safe_image

  La colpa è nostra o meglio della generazione dei nostri genitori, che ci stanno cannibalizzando. Tutto è cominciato con la maleducazione, “siamo in democrazia e fumo dove cazzo mi pare…” “questo è un paese libero e butto la cicca della sigaretta dove voglio…” Siamo tutti cresciuti con il mito del “che” guevara, la maglietta rossa con la sua foto (per realizzarla il fotografo ne scattò più di 400), o quella di Jim Morrison, di Eminem, di Kurt Cobain e […]

Leggi tutto... 0

La scuola tra libertà d’insegnamento e censure

  di Salvo Vitale Il caso della docente sanzionata a Palermo Hai voglia di gridare “Giù le mani dalla scuola”. Ormai la scuola l’hanno in mano i leghisti e sono loro a decidere cosa si deve insegnare e cosa no, cosa è educativo e cosa no e a censurare i docenti che “non sorvegliano” e quindi non censurano quello che “producono” i loro alunni, specialmente quando si permettono di fare accostamenti con la storia del passato. Inutile studiare storia, non […]

Leggi tutto... 0

Seguimi su Facebook