INTORNO A PEPPINO: Si accettano osservazioni, si respingono provocazioni  

Copertina Intorno a P.

  Ho trovato su facebook questo post di Marcella Stagno che pubblico per intero, perché chi legga possa valutare senza lasciarsi orientare da pregiudizi o da falsi giudizi: “Mi chiedo quale possa essere la motivazione che spinge alla pubblicazione di un nuovo libro su Peppino Impastato che oltre a non aggiungere nulla ( è solo una serie di copia e incolla) come sottinteso filo conduttore ha solo lo scopo di eliminare quei compagni che con lui hanno combattuto e lottato, […]

Leggi tutto... 0

La mafia uccide di maggio (Salvo Vitale)

LUOGO SULLA LINEA FERROVIARIA PALERMO-TRAPANI DOVE PEPPINO IMPASTATO VENNE FATTO ESPLODERE CON UNA CARICA DI TRITOLO DOPO ESSERE STATO MASSACRATO DAi MAFIOSI IN UN VICINO CASOLARE.

© MAFEBA/AGF

La mafia uccide di maggio La mafia, si sa, non uccide solo d’estate né solo a maggio, ma proprio il mese di maggio è quello che sembra  scatenare  gli istinti assassini e le pulsioni omicide di alcuni mascalzoni che credono di possedere il “divino” potere di disporre della vita degli altri e di usare il delitto come “pena di morte” per risolvere radicalmente problemi e ostacoli che si frappongono al raggiungimento di obiettivi di potere e di controllo degli ambienti in […]

Leggi tutto... 0

25 MAGGIO 1978: Interiorità di Peppino

204 Peppino 1977 2

  Il mare è piatto come una tavola. Mi sono sempre chiesto com’era il volto sentimentale di Peppino, cosa c’era sotto la scorza esteriore dell’”animale politico”, che tutti gli conoscevamo.  Peppino non parlava mai dei suoi momenti interiori, dei suoi problemi personali, dei suoi amori, se pure ne aveva avuti. Gli appunti che ho trovato mi hanno aperto un nuovo orizzonte, quasi un pozzo senza fondo. C’è un particolare del quale ho discusso con Giovanni: abbiamo deciso, per il momento, […]

Leggi tutto... 0

Legalità e antimafia (Salvo Vitale)

LEZIONE-DI-LEGALITA-2

  Il 23 maggio è stato individuato, da qualche anno a questa parte, come data della giornata della legalità. L’argomento è tanto vasto e ricco di spunti da far correre il rischio di dimenticare che è la data in cui sono stati uccisi Giovanni Falcone, sua moglie Francesca Morvillo e gli uomini della scorta Vito Schifani, Rocco Dicillo, Antonio Montinaro. Anche il 9 maggio è stato indicato come “giornata del ricordo delle vittime del terrorismo”, ma si è dimenticato di […]

Leggi tutto... 0

Per Falcone

Falcone e scorta

  da leggersi il giorno prima dell’anniversario della sua morte     Non li voglio vedere!!! Stanno preparando il vestito buono per la festa. Passeranno la notte a lustrarsi le piume. E domani, l’uno dopo l’altro, con una faccia che definire di bronzo è un eufemismo, correranno da una parte all’altra della penisola cercando i riflettori della tivvù, il microfono dei giornalisti, per inondarci di vomitevole retorica in ogni angolo della rete; loro, tutti loro, gli assassini di Giovanni Falcone, […]

Leggi tutto... 0

20 maggio 1978 a Radio Aut: La Stangata

images

  Il mare non cessa mai di sorprendermi. Oggi  intravedo, “una città di vetro dentro l’azzurro netto”, vedo nascere “dal fiotto la patria sognata” e, nello stesso tempo avverto la distanza tra questa terra, con i suoi fondali incredibili e la mia interiore terra arida, costantemente in cerca di acqua. Finalmente la radio è stata riparata. Con un po’ di emozione mi siedo davanti al microfono e metto la sigla,  “Odissea nello spazio”, poi attacco: “Avete sentito bene, è la […]

Leggi tutto... 0

L’Italia è un paese ricco….(Salvo Vitale)

images (1)

Siamo la settima potenza industriale del mondo. E’ vero che tedeschi, francesi , inglesi e Cinesi stanno acquistando tutto, ma rimane sempre il “made”, sino a quando avrà un senso rivendicarlo. Anche l’ultima manovra post-corona virus di 56 miliardi di euro, che i leghisti hanno definito briciole, dopo che in passato  avevano arraffato 49 milioni che rimborseranno a rate, ci dimostra che siamo un paese ricco. Da dove prendiamo i soldi? Niente, facciamo sempre debiti. Il nostro debito pubblico è […]

Leggi tutto... 0

Addio a Pino Cipolla. (S.V.)

Cipolla

  Non ce ne sono molti ed è perché c’è troppa differenza tra il livello culturale della gente comune e quello di chi passa la vita non solo a studiare, ma a comunicare agli altri i risultati dei suoi studi: chi ama vivere nella sua ignoranza   preferisce ignorare, far finta di non vedere,  non ricordare,  non dare a queste persone la giusta dimensione.  Non è vero che a Partinico c’è il deserto culturale. Di intellettuali preparati e impegnati ce ne […]

Leggi tutto... 0

9 maggio tra Peppino Impastato ed Aldo Moro.

96047614_3134557696605890_2103515092833271808_n

  Da qualche anno si è voluto dedicare il 9 maggio alle vittime del  terrorismo, in ricordo soprattutto della morte di Aldo Moro “ucciso come un cane dalle Brigate Rosse” (per citare una frase che lo scrivente pronuncia nel film “I cento passi”). Un particolare sguardo va soprattutto ai magistrati uccisi, in considerazione del killeraggio sistematico e spietato che attualmente il capo del governo sta mettendo in atto contro chi ha osato denunciare le sue malefatte. Ma altre vittime del […]

Leggi tutto... 0

Quello che Peppino ci ha lasciato

Copertina Intorno a P.

STAMP di Salvo Vitale Da più parti viene posta la domanda: “Cos’è rimasto dell’eredità di Peppino?” La risposta non è facile. Va riscontrato che in Sicilia i mutamenti sono lentissimi per tutta una serie di ragioni storiche. Nel caso di Peppino dobbiamo valutare che cosa è rimasto nel suo paese, Cinisi e che cosa invece è maturato fuori, nel resto d’Italia. A Cinisi formalmente c’è la cosiddetta via del mare che è intestata a lui, idem dicasi per l’aula consiliare. […]

Leggi tutto... 0

Seguimi su Facebook