Appena eletto è già in catene l’on. Cateno De Luca

Nota: I magistrati hanno aspettato la fine delle elezioni, probabilmente per non rischiare di essere accusati di interferenze nella campagna elettorale, come spesso succede da parte di alcune forze politiche di berlusconiana provenienza. Ci avessero pensato prima il povero Cateno avrebbe potuto evitare la fatica di cercare le sue cinquemila preferenze e al suo posto avrebbe potuto essere eletto un altro, forse più presentabile. Siamo nella stessa provincia che ha eletto a furor di popolo il rampollo ventiduenne del pregiudicato […]

Leggi tutto... 0

Sentenza 50187: a un boss non si può dire che è un “pezzo di merda”. Questione di dignità

di Salvo Vitale Il boss in questione è Mariano Agate, uno dei più grandi mafiosi della provincia di Trapani: è stato capo mandamento di Mazara del Vallo ed è morto nel suo letto il tre aprile 2013 a 73 anni. Sul suo curriculum spiccano diversi ergastoli per una serie di omicidi eccellenti,  come quelli del giudice Giangiacomo Ciaccio Montalto, quello di Falcone, di sua moglie e della sua scorta e quello di Mauro Rostagno. Il suo nome, a partire dagli anni 70 è ricorrente […]

Leggi tutto... 0

Ricordando Pasolini (Giuseppe Sunseri)

 “Amo ferocemente, disperatamente la vita. E credo che questa ferocia, questa disperazione mi porteranno alla fine. Amo il sole, l’erba, la gioventù. L’amore per la vita è divenuto per me un vizio più micidiale della cocaina. Io divoro la mia esistenza con un appetito insaziabile”. In questa frase di Pier Paolo Pasolini c’è tutto il suo amore per la vita e la premonizione della sua morte – Selene Gagliardi, 02/11/2017 Sono passati 42 anni dall’uccisione del poeta, massacrato all’idroscalo di […]

Leggi tutto... 0

Il programma di Claudio Fava “Cento passi per la Sicilia”

Gli ultimi sprazzi di campagna elettorale si disperdono tra fiumi di parole, accuse sulle fedine penali dei candidati, balle berlusconiane di cinque miliardi per la Sicilia, (nuovo piano Marshall), sai le risate, indicazioni decerebrate sul voto utile e sul voto disgiunto, per Cancellieri se si vuole fermare Musumeci o per Musumeci se si vuole fermare Cancellieri, qualunquistiche espressioni del tipo “sono tutti uguali”, oppure “tanto non cambia niente”, e generici giudizi sulla mancanza di programmi. Ecco il programma della lista […]

Leggi tutto... 0

La “giurisdizionalizzazione” dello Stato e il partito dei magistrati  (Mauro Mellini)

  Pubblico il grido d’allarme di Mauro Mellini, già deputato radicale, che, a giudicare dalle ultime battute, sembra quasi una sorta di testamento, scritto dall’alto dei suoi novant’anni  e di lascito alle future generazioni di schierarsi in difesa di alcuni aspetti della costituzione che oggi si tende a snaturare nell’ambito di una sorta di furore teso a cancellare gli spazi di partecipazione popolare e il contributo della base al corretto funzionamento della democrazia. Quello che Mellini critica è lo sconfinamento […]

Leggi tutto... 0

Il Rosatellum è incostituzionale: il voto non è libero, uguale e personale

Felice Besostri è un avvocato costituzionalista che da sempre si batte contro l’incostituzionalità dei sistemi elettorali italiani. E’ stato deputato del PdS e, nel 2001, presidente della Commissione affari costituzionali. In questa intervista di Silvio Buzzanca, pubblicata su Facabook  il 1 novembre, illustra gli aspetti di incostituzionalità che contiene il Rosatellum   Il giurista che ha guidato le campagne che hanno affossato il Porcellum e l’Italicum è molto critico con la nuova legge elettorale ROMA – “Alla mia età vorrei […]

Leggi tutto... 0

Uomini d’onore? Uomini di merda. Il boss ordina di uccidere la figlia

Ecco, tanto per ricordare cos’è la mafia:   La figlia del boss mafioso di Bagheria, Pino Scaduto, arrestato oggi in un’operazione antimafia, avrebbe avuto una relazione con un maresciallo dei carabinieri e per questo il mafioso avrebbe ordinato al figlio di ucciderla. “Tua sorella si è fatta sbirra”, diceva il boss al figlio. Ma il giovane, 30 anni, temeva di finire in carcere. “Io ho 30 anni e non mi consumo per lui”, diceva ad un amico intercettato dai carabinieri. […]

Leggi tutto... 0

Un giorno bellissimo tra realtà e sogno ( Nino Barone )

Pubblico volentieri questo post colto sul profilo facebook di Nino Barone, raffinato poeta, anche dialettale, oltre che editore, che va ben oltre, molto più lontano, rispetto a coloro che hanno usato la frase di Borsellino “Sarà bellissima” per farci una lista elettorale   “Un giorno sarà bellissimo! Magari quel giorno non arriverà mai, a me piace pensarlo, no, più esattamente mi piace sognarlo. Solo quando sogno la cruda realtà che mi circonda diventa persino fiabesca. Anche i volti più ostili mi […]

Leggi tutto... 0

Firma Per una Corleone libera dalla mafia e dai pregiudizi!”

domenica 29 ottobre 2017 FIRMA ANCHE TU! “Per una Corleone libera dalla mafia e dai pregiudizi!” Pubblichiamo la lettera di protesta nei confronti della rivista francese, che ha etichettato i siciliani e i corleonesi come mafiosi, e di sostegno nei confronti della Commissione straordinaria di Corleone, che ha intrapreso un’azione risarcitoria nei suoi confronti. La lettera è già firmata dal gruppo promotore. Invitiamo i corleonesi e i siciliani che amano la loro terra a sottoscriverla online, inviando una mail a cittanuove@libero.it, oppure […]

Leggi tutto... 0

Addio al compagno Andrea Ballarò

I Ieri sera (mercoledì 25  ottobre) alle 23,25 Andrea Ballarò, amico, fratello, compagno ci ha lasciato. Andrea se ne andato velocemente in poco più di un mese, dopo avere scoperto d’essere stato colpito da una malattia incurabile. Andrea militante indomito dei COBAS, rivoluzionario, comunista fin da ragazzino quando prende parte al movimento studentesco e aderisce ai rivoluzionari leninisti. Ricordiamo Andrea sempre pronto e disponibile verso tutti i compagni, animatore instancabile della sede cobas di Palermo, organizzatore di eventi. Sempre in […]

Leggi tutto... 0

Seguimi su Facebook