Questo sito…..

Nel tardo latino medioevale “compagno” era colui con cui si divideva il pane, “cum panis”. Inevitabile il richiamo al vecchio giradischi di Radio Aut, dove mettevo sul piatto “Rimmel” di De Gregori per mandare in onda “Pablo”, “prima parlava piano, e io non lo capivo, ma il pane con lui lo dividevo”. Magari non era il pane, ma le sigarette. E poi quell’”hanno ammazzato Pablo, Pablo è vivo”, con seguito di applausi”, con inevitabile riferimento a Peppino. Compagno è poi […]

Leggi tutto... 2

Di chi è la mia vita?   (Salvo Vitale)

suicide

Riprendo, con qualche modifica, questa mia riflessione sul suicidio, sull’eutanasia e sulla libertà di scelta di vivere la propria vita tra nelle differenti visioni tra teocrazia e laicità, pubblicata per la prima volta Il 5.11.2014 su Antimafia Duemila.       Eluana Englaro, 17 anni di accanimento terapeutico, Kelby, che volle morire, ma cui furono negati i funerali, Mario Cal, amministratore del San Raffaele, la cui morte è stata invece definita “un suicidio da buon cristiano”, Lucio Magri, un addio […]

Leggi tutto... 0

Il berlusconismo: caratteristiche di un fenomeno ancora in evoluzione (Salvo Vitale) 

WhatsApp Image 2022-06-19 at 08.06.01

 Giudizi Partiamo da una nota frase di Dacia Maraini “Il berlusconismo è la più grande catastrofe culturale del nostro tempo. Forse anche peggio del fascismo, perché più subdolo e sotterraneo, perché seduttivo e apparentemente vincente. Il berlusconismo ha introdotto la cultura di mercato, quella in cui tutto si compra e si vende, dai senatori alle minorenni”. Ancor più pesante il giudizio di Indro Montanelli, che il fenomeno lo ha visto nascere e crescere molto da vicino: “Un’Italia berlusconiana mi colpisce […]

Leggi tutto... 0

Il leccaculismo (S.V.)

lecca lisi Gianni

  Nel suo “Saggio sull’arte di strisciare ad uso dei cortigiani”, ripubblicato dalle edizioni “Il nuovo Melangolo”, il filosofo francese D’Holbach, vissuto nel 1700, in pieno illuminismo scrive: “Un buon cortigiano non deve mai avere un opinione personale, ma solamente quella del padrone o del ministro… Un buon cortigiano non deve mai avere ragione, non è in nessun caso autorizzato ad essere più brillante del suo padrone… deve tenere ben presente che il Sovrano e più in generale l’uomo che […]

Leggi tutto... 0

Adultità (Janusz Korczak)

korczak-216x300

Riproduco questo articolo di Janusz Korczak un grande pedagogista, scrittore e medico polacco di origine ebraica, (22 luglio 1878, Varsavia, – 7 agosto 1942, Campo di sterminio di Treblinka) postato da Rosanna Provenzano su facebook il 15.6.2022 per la profondità dell’analisi con cuui èp possibile individuare la compiutezza della propria “adultità” (S.V.)   Adultità… Adulto è colui che ha preso in carico il bambino che è stato, ne è diventato il padre e la madre. Adulto è colui che ha curato le ferite della propria […]

Leggi tutto... 0

Non posso sapere…. (F.Cillerai)

giornali

NOTA: Ho evitato di entrare nel dettaglio di una guerra di cui non conosco se non i frammenti che ci vengono quotidianamente somministrati dalle tv, come una medicina, affinchè ci si ricordi sempre che ci sono i Russi cattivi, che vogliono radere al suolo l’occidente con le loro armi nucleari, affamare gli i paesi del terzomondo con il blocco del grano, violentare e uccidere bambini e donne, lasciare in mezzo alla strada i morti, torturare, stuprare, distruggere ecc., rispetto ai […]

Leggi tutto... 0

Liceo di Partinico: Felicia e Peppino? Meglio l’amico di don Ciccio Coppola….

285518189_158503103367816_626942333144598313_n

   Neofascisti, paesani, amici,  amici degli amici e persino brave persone dicono no a Felicia e a Peppino Impastato, dopo  la delibera del cambio di nome: una controffensiva e un argomento da giocare per la prossima campagna elettorale   Accogliendo l’istanza partita dagli studenti, il 6.6.2022 il Consiglio d’Istituto del Liceo Scientifico Santi Savarino di Partinico, organo deliberante, ha deciso di avviare l’iter per il cambio di denominazione e ha proposto, in alternativa all’attuale, il nome di “Istituto d’istruzione superiore statale […]

Leggi tutto... 0

Due modi di vivere

    Ci sono due modi di vivere la vita, di confrontarsi con essa, e conseguentemente  di definire se stessi in base all’appartenenza a uno dei due modi.   Il primo può identificarsi nel titolo di un libro di Milan Kundera, “La vita è altrove”: comprende  quelli che pensano che la vita degli altri sia sempre migliore della propria, che sognano di vivere su isole incantate, che aspettano il vero amore, che immaginano di ballare un valzer di Strauss  in […]

Leggi tutto... 0

Valerioti e Impastato, due storie parallele (Giuseppe Lavorato)

WhatsApp Image 2022-05-28 at 13.53.03

Pubblico volentieri un articolo inviatomi da Giuseppe Lavorato, un dirigente del vecchio Partito Comunista degli anni 80, quando venne ucciso Giuseppe Valerioti. L’articolo è stato scritto in occasione della manifestazione del 2021 e Lavorato mi ha promesso che, nei prossimi giorni manderà le sue considerazioni sulla manifestazione di quest’anno. Poichè l’accostamento tra le figure di Giuseppe Valerioti e di Peppino Impastato non cambia con il cambiare del tempo, ripropongo queste importanti testimonianze che documentano la vicinanza tra la lotta contro […]

Leggi tutto... 0

Tutto aumenta, tranne i salari

soldi

Troppe speculazioni sulla pelle dei consumatori.   rima il covid, poi la guerra in Ucraina sono stati i volani, o meglio “le scuse” che hanno fatto lievitare e continuano a far salire i prezzi di tutti i generi commerciali. Secondo un banale principio, la coperta è sempre la stessa e se la si tira per coprire i piedi scopre la testa, se, per coprire la testa, scopre i piedi. Detta diversamente, in sistema chiuso un insieme è quello che è, […]

Leggi tutto... 0

Ci fermiamo qui (Claudio Fava)

283457533_591923682492230_1051771761111210300_n

Ci fermiamo qui. Dopo quattro anni di lavoro, trecento sedute, seicento audizioni e dodici relazioni approvate. L’impegno per le primarie di luglio e poi per l’elezione a Presidente della Regione Siciliana non mi consentono – ragioni di tempo, di opportunità, di stile – di continuare a presiedere la Commissione antimafia dell’ARS. Il bilancio, i giudizi, li lasciamo a coloro che vorranno leggere le nostre inchieste: tutte pubblicate, tutte disponibili, dal depistaggio di via D’Amelio al sistema Montante, dalle miserie del […]

Leggi tutto... 0

Seguimi su Facebook