Questo sito…..

Nel tardo latino medioevale “compagno” era colui con cui si divideva il pane, “cum panis”. Inevitabile il richiamo al vecchio giradischi di Radio Aut, dove mettevo sul piatto “Rimmel” di De Gregori per mandare in onda “Pablo”, “prima parlava piano, e io non lo capivo, ma il pane con lui lo dividevo”. Magari non era il pane, ma le sigarette. E poi quell’”hanno ammazzato Pablo, Pablo è vivo”, con seguito di applausi”, con inevitabile riferimento a Peppino. Compagno è poi […]

Leggi tutto... 2

Di chi è la mia vita? (Salvo Vitale)

63 164496feca3ec63dc0a47acc1f72c40f

Suicidio, eutanasia e altro tra teocrazia e laicità Il parlamento spagnolo ha approvato, con molte restrizioni, la scelta dell’eutanasia. In Italia, malgrado gli inviti della Corte Costituzionale, per una  legge che non si presti ad equivoci o a deleghe, il problema è continuamente rinviato, onde evitare levate di scudi da parte dei settori più retrivi del  mondo cattolico. E così il problema si trascina a colpi di sentenze, tra denunce per chi assiste, che diventa un istigatore, tra autorizzazioni al […]

Leggi tutto... 0

Da Halloween al due novembre, dai mostri ai morti

morta1

  Premessa: Ci sono maestre, maestrine, catechiste, parroci che ne hanno fatto una questione personale: Haoolowin è la festa del diavolo, dei diavoli usciti dall’inferno per farci paura, dei mostri che ci vogliono mangiare  e non bisogna festeggiare questa ricorrenza altrimenti si fa peccato, Gesù si mette a piangere, si diventa cattivi  e altre stupidaggini di questo tipo. Evito di fare i nomi o di segnalarli al vescovo per i provvedimenti del caso, ma sono convinto che così non si […]

Leggi tutto... 0

Sistemi elettorali e democrazia (Salvo Vitale)

elezioni1

Proporzionale o Maggioritario? La disputa tra sostenitori del sistema proporzionale e di quello maggioritario, tornata a galla dopo il referendum sul taglio dei parlamentari, con la necessità di ridisegnare i collegi elettorali e riscrivere la stessa legge elettorale in vigore, è vecchia ed ha visto, nel tempo, forze politiche, anche d’ispirazione politica opposta, schierarsi per l’uno o per l’altro sistema, a seconda dell’opportunità politica del momento. La Lega e i forzisti, una volta proporzionalisti sono diventati maggioritari, vista l’opportunità di […]

Leggi tutto... 0

A Partinico si discute sulle misure di prevenzione e sulla gestione dei beni sequestrati

WhatsApp Image 2021-10-16 at 20.40.27

   Presentato il libro di Salvo Vitale “In nome dell’antimafia.” E’ stato un interessante sabato pomeriggio. La sala Gianì era piena di gente venuta ad assistere alla  presentazione del libro di Salvo Vitale “In nome dell’antimafia” – qui Telejato – misure di prevenzione e gestione dei beni sequestrati. Ha aperto gli interventi Pino Maniaci, che ha fatto da coordinatore, ripercorrendo il lungo cammino dell’inchiesta cui è dedicato il libro, cominciato nel 2013, con una serie di persone colpite dalle misure […]

Leggi tutto... 0

Fascisti ieri, oggi, domani

fascisme

Ieri Mussolini, parlando all’ambasciatore Ludwig ebbe a dire: “Un secondo fascismo non potrà più nascere. Quando una pietra si sposta sotto, alla luce, restano solo i vermi”. Sicuramente il duce non poteva trovare una definizione migliore per tutti coloro che oggi scimmiottano la sua figura e i suoi simboli. In realtà dovremmo valutare se “la storia si ripete”, se esistono “corsi e ricorsi”, se ci sono costanti immutabili nella psiche umana, oppure se lo storia è un susseguirsi di eventi […]

Leggi tutto... 0

Un fascista è per sempre: Notiziari di Radio Aut 29.11.1977

IMG_20211010_0001

    In questi giorni l’inchiesta di Fan Page ha svelato l’esistenza di neofascisti che continuano a proliferare tranquilli e indisturbati in varie parti d’Italia.  L’ultima bravata questi PDM, (nota sigla per definire mafiosi e fascisti),  l’hanno fatta assaltando e danneggiando la sezione della CGIL romana. La connessione con le proteste dei no-vax  sembra averne ingigantito la forza d’urto. In ogni caso bisogna stare con gli occhi aperti e non sottovalutare queste prove di forza. Sembra, a dire dei nostri […]

Leggi tutto... 0

“In nome dell’antimafia” a Partinico

locandina IN NOME DELL'ANTIMAFIA

In questo libro ce n’è per tutti e di tutti i colori. C’è l’antimafia vera e quella falsa, la mafia vera e quella apparente, i nuovi padroni di Palermo, parte di un giro che comprende avvocati, magistrati, economisti, bancari e banchieri, costruttori buoni, cioè col certificato antimafia e costruttori cattivi, ai quali il certificato è stato negato con fumose motivazioni, collaboratori di giustizia credibili e altri che raccontano balle, magistrati che sequestrano beni e i cui beni sono stati poi […]

Leggi tutto... 0

Morto il prefetto Caruso: per primo ha denunciato la cattiva gestione dei beni sequestrati ai presunti mafiosi.

Si è spento a Bergamo, a causa di una polmonite fulminante, all’età di 73 anni Giuseppe Caruso: Palermitano purosangue entrò in polizia e ricoprì diversi incarichi distinguendosi prima nella lotta contro il terrorismo e poi in quella contro la mafia. Era prefetto di Palermo quando fu catturato Bernardo Provenzano e l’esultanza della gente per quella vittoria della legge è stata una di quelle cose che egli ricordava con maggiore soddisfazione. Il 20.6.2011 Fu nominato alla guida dell’Agenzia dei Beni sequestrati […]

Leggi tutto... 0

I soldi dei mafiosi a chi lavora (Riccardo Orioles)

Orioles

C’è un milione e mezzo di milionari, in Italia. Nell’anno del Covid sono aumentati: 187mila in più. Ma anche i poveri nel frattempo sono aumentati, di circa il venti per cento: un povero nuovo ogni quattro poveri di prima. * * * Ecco, questa è la situazione ed inutile girarci attorno. Alla fine, la colpa sarà del virus, dei giovani, dei “negri”, di tutti salvo che di un sistema impazzito che accumula i soldi sopra i soldi e alla fine […]

Leggi tutto... 0

Casi e casini   (Salvo Vitale)

img

Greta, la trattativa, la vicequestora, il bestio, il fascio,  Draghi   Greta La campagna elettorale è finita e i partiti, assieme ai magistrati che ruotano nelle loro orbite, hanno dato il via a quella che in siciliano si chiama “a sparata d’i masculi”, ovvero la parte finale del gioco d’artificio. Il 30.9 ho pubblicato su Antimafia Duemila un articolo dal titolo “Quattro casi, anzi quattro casini”. A distanza di due giorni i casi sono diventati sette. In tanti sono intervenuti […]

Leggi tutto... 0

Seguimi su Facebook