Questo sito…..

Nel tardo latino medioevale “compagno” era colui con cui si divideva il pane, “cum panis”. Inevitabile il richiamo al vecchio giradischi di Radio Aut, dove mettevo sul piatto “Rimmel” di De Gregori per mandare in onda “Pablo”, “prima parlava piano, e io non lo capivo, ma il pane con lui lo dividevo”. Magari non era il pane, ma le sigarette. E poi quell’”hanno ammazzato Pablo, Pablo è vivo”, con seguito di applausi”, con inevitabile riferimento a Peppino. Compagno è poi […]

Leggi tutto... 2

A San Cataldo (CL) un ricordo di Peppino

Domenica 12 gennaio alle ore 18 presso Teatro D’essai La Condotta, in Corso Vittorio Emanuele 10, a San Cataldo (CL) si terrà un incontro-dibattito con Salvo Vitale e Faro Di Maggio, compagni di Peppino Impastato. Con gli ospiti sarà l’occasione e il momento per riaccendere i riflettori sul fenomeno mafioso. Vitale e Di Maggio paleranno di Peppino Impastato, ucciso da Cosa nostra il 9 maggio 1978, anche attraverso attraverso gli scritti pubblicati da Faro Di Maggio e avremo l’opportunità di vedere dei video inediti. Dopo il saluto del direttore del teatro, Michele Celeste, modereranno l’evento Claudia Cammarata e Armando Fonti. L’iniziativa è realizzata […]

Leggi tutto... 0

Ricordo di Faber

Fabrizio De Andrè

    Ventuno anni fa, (1999) è scomparso  Fabrizio De Andrè, uno dei più grandi, se non il più grande cantautore italiano. Nato nel 1940 a  Genova visse le sue prime esperienze musicali assieme a Luigi Tenco, a Gino Paoli e ad altri artisti della Genova degli anni 60: sin dalle sue prime incisioni cercò di sprovincializzare la musica italiana accostandosi al genere musicale di grandi autori come Jacques Brel, Leonard Cohen, Georges Brassens e Bob Dylan. E’ stato il […]

Leggi tutto... 0

Come uccisero Giuseppe Di Matteo

giuseppe-di-matteo-600x300

Nell’anniversario della barbara uccisione del piccolo Giuseppe Di Matteo pubblico quasta confessione del suo assassino Vincenzo Chiodo, uomo di fiducia di Brusca e Bagarella, tratta da Atti del processo del libro “Al posto sbagliato, Storie di bambini vittime di mafia” .- Vengono i brividi nel leggere sino a che punto può arrivare la crudeltà e l’efferatezza dei mafiosi.  “Io ho detto al bambino di mettersi in un angolo, cioè vicino al letto, quasi ai piedi del letto, con le braccia […]

Leggi tutto... 0

La legge del sospetto

download

  Il sospetto è definito come  l’opinione più o meno fondata che fa ritenere qualcuno responsabile di un’azione colpevole.  In genere, in rapporto ai vari regimi più o meno autoritari, l’applicazione delle norme del sospetto  risalgono ai tribunali speciali istituiti da Costantino nel IV secolo per punire gli eretici . In quel caso vigeva il sistema accusatorio, in cui era ancora possibile un dibattito tra le parti, mentre successivamente cominciò a diffondersi il sistema inquisitorio, codificato nel 1205 da Innocenzo […]

Leggi tutto... 0

Nascita (immaginata) del pool antimafia

Chinnici th

28 LUGLIO 1983: Magistrati   Immagino un’altra scena:  al Palazzo di Giustizia di Palermo, nella stanza del giudice Chinnici, che alza la cornetta: -“Giovanni, ci vediamo al solito posto” E poi, telefonando di nuovo:-“Paolo, tra un’ora ci vediamo dove sai tu” . Escono. Ognuno sale sulla macchina con la scorta e prendono direzioni diverse. Si ritrovano sulla parte più alta di Monte Pellegrino, dove c’è la statua di santa Rosalia. Sotto i loro occhi scorre il panorama, pieno di luce […]

Leggi tutto... 0

Auguri, Peppino

204 Peppino 1977 2

Peppino a 72 anni. Magari  con rughe, spalle ricurve, voce arrochita dalle sigarette. Magari senza  addosso il colore nero con cui amava vestirsi. Magari a vivere da solo in qualche angolo di una qualunque città, o magari solo a Cinisi, nella sua casa. Magari a vivere “nei paesi caldi”, dove voleva andare finita la campagna elettorale,o magari a dirigere e organizzare quello che egli sognava di costruire in un suo terreno, un grande Centro Politico che potesse accoglòiere i rivoluzionari […]

Leggi tutto... 0

L’intervista di Enzo Biagi a Giuseppe Fava

Fava Giuseppe.

  Biagi: Giuseppe Fava, giornalista, scrittore catanese, autore di romanzi e di opere per il teatro. Fava, per i suoi racconti a cosa si è ispirato? Fava: alle mie esperienze giornalistiche. Io ti chiedo scusa ma sono esterrefatto di fronte alle dichiarazioni del regista svizzero. Mi rendo conto che c’è un’enorme confusione sul problema della mafia. Questo signore ha avuto a che fare con quelli che dalle nostre parti sono chiamati “scassapagliare“. Delinquenti da tre soldi come se ne trovano […]

Leggi tutto... 0

Partinico: Mostra di collages di Filippo Grillo

Grillo

    Oggi, alle 17,30,al Palazzo dei Carmelitani di Partinico si inaugurerà una mostra di collages di Filippo Grillo. Grillo è un artista estroverso che si è dedicato, negli anni, a varie forme di ricerca artistica, dalla pittura, alla scultura, alla poesia, alla musica, con interessi anche verso l’antropologia. Questa volta si cimenta con il collage, una tecnica che si basa sull’uso di frammenti di carta di ogni tipo, con  sovrapposizione di carte, fotografie, oggetti, ritagli di giornale o di […]

Leggi tutto... 0

BUON ANNO 2020

idee peppino

Ogni fine anno si spera che il nuovo sia migliore del vecchio, e poi il tempo scorre facendo naufragare le illusioni davanti alla realtà, senza che, per fortuna, perdiamo il vizio di sperare e di sognare. E’ passato un anno duro e se ne preannuncia un altro durissimo.  Quest’anno è nato il “governo giallorosso”, che non è stato quello “ del cambiamento” tanto strombazzato:  quella di dare slogan e nomi roboanti al nulla, tipo “la buona scuola” renziana, la “manovra […]

Leggi tutto... 0

Sono o non sono italiano?

Collana_con_bandiera_dell'ITALIA_vendita_oro_gioielli_bigiotteria_a_prezzi_imbattibili_271214541_Large

STAMPA di Salvo Vitale Comincio seriamente a chiedermi se sono un italiano. Non un “italiano vero”, ma solo un italiano, e stento a riconoscermi rispetto su quanto circola e pretende di legittimare la carta d’identità dell’italiano. Leghisti, fratelli e cugini d’Italia, forzuti in caduta libera e fascisti di varia provenienza pretendono di rappresentare la volontà degli Italiani, di essere i veri italiani. A conti fatti, ove i risultati delle passate elezioni europee fossero confermati, si tratta di 11 milioni di […]

Leggi tutto... 0

Seguimi su Facebook