Questo sito…..

Nel tardo latino medioevale “compagno” era colui con cui si divideva il pane, “cum panis”. Inevitabile il richiamo al vecchio giradischi di Radio Aut, dove mettevo sul piatto “Rimmel” di De Gregori per mandare in onda “Pablo”, “prima parlava piano, e io non lo capivo, ma il pane con lui lo dividevo”. Magari non era il pane, ma le sigarette. E poi quell’”hanno ammazzato Pablo, Pablo è vivo”, con seguito di applausi”, con inevitabile riferimento a Peppino. Compagno è poi […]

Leggi tutto... 2

Belice 1968: Il terremoto non finito (Salvo Vitale)

terremoto_belice_1968

Sono passati 53 anni da quando, fra il 14 ed il 15 gennaio del 1968, un forte terremoto sconvolse l’area del Belice in Sicilia. Le scosse erano iniziate il giorno prima, ma le più forti si verificarono nella notte fra il 14 ed il 15, fra le 2.33 e le 3.01. La più forte di tutte fu di magnitudo momento 6.1, causò le distruzioni maggiori e fu avvertita sino a Pantelleria. A Gibellina Vecchia, Montevago e Salaparuta Vecchia, venne raggiunto […]

Leggi tutto... 0

Cinisi 1974/78: Peppino e la questione degli edili (Salvo Vitale)

4618 Mangiata luglio 78 - Copia

Peppino e la questione degli edili a Cinisi: una lettera inquietante AMDuemila   12 Gennaio 2021 La lettera Questa lettera è stata inviata a un compagno di Peppino, del quale viene omesso il nome. Dal timbro postale non è leggibile la data e, per quanto Peppino si sia occupato del problema soprattutto tra il 74 e il 75, il riferimento al “Circolo” lascia pensare che sia stata scritta nel periodo del Circolo Musica e Cultura, cioè nel 1977. Si noti che, […]

Leggi tutto... 0

Giuseppe Di Matteo, “u canuzzu”  

x5652902_0730_giuseppe_di_matteo_combo.jpg.pagespeed.ic.3vxt_jwFr-

  Oggi è il 25° anniversario della morte di Giuseppe Di Matteo, ucciso l’11 gennaio 1996. Oggi avrebbe 39 anni. Giuseppe Di Matteo fu rapito il pomeriggio del 23 novembre 1993 a quasi 13 anni su ordine di Giovanni Brusca, boss di San Giuseppe Jato. I sequestratori si travestirono da poliziotti della DIA invitando il ragazzo a seguirli, e facendogli credere che doveva  rivedere il padre, allora sotto protezione. Dice Spatuzza: “Agli occhi del ragazzo siamo apparsi degli angeli, ma […]

Leggi tutto... 0

A Biagio Conte la Cittadinanza Onoraria di Godrano 

Biagio Conte 20210109_114724

All’unanimità il Consiglio Comunale di Godrano (PA), composto da 10 elementi, su proposta del Sindaco e della Giunta, ha conferito la Cittadinanza Onoraria a Fratel Biagio Conte con la seguente motivazione: “A Fratel Biagio per avere realizzato nel nostro territorio un Centro di Preghiera e Spiritualità, interreligioso, denominato Porta e Valle della Speranza, dove accogliere i giovani e tutti coloro che vogliono ritrovarsi in sintonia con la natura. Con la consapevolezza che la sua preziosa opera a sostegno dei più […]

Leggi tutto... 0

5 gennaio per Giuseppe Fava e Peppino Impastato, passando per Danilo Dolci (Salvo Vitale)

IMG_20210105_0001

  Due persone con una diversa storia alle spalle, ma con molti punti in comune: entrambi vengono ricordati come “giornalisti” uccisi dalla mafia: per la verità Fava era un “professionista” del giornalismo, Peppino, malgrado qualche rara corrispondenza a “Lotta continua” aveva dedicato la sua attenzione all’informazione orale attraverso Radio Aut. Solo nel 1996 gli sarà concessa., alla memoria, l’iscrizione all’albo dei giornalisti.   Entrambi avevano identificato nei grandi mafiosi della loro zona, da una parte Nitto Santapaola, dall’altra Tano Badalamenti, i […]

Leggi tutto... 0

4 gennaio 1947: RICORDO DI ACCURSIO MIRAGLIA

IMG_20210104_0001

    Il 1947 è un anno micidiale per la sopravvivenza della democrazia in Sicilia. C’è in gioco uno scontro all’ultimo sangue tra i siciliani che hanno “fame di terra” e lottano per l’applicazione dei decreti Gullo, (che prevedono la concessione delle terre incolte o malcoltivate) e la mafia che difende con le armi il latifondo e i suoi privilegi, non esitando a servirsi degli americani, decisi a combattere qualsiasi orientamento politico di sinistra,  delle canaglie fasciste, sempre pronte a […]

Leggi tutto... 0

Danilo Dolci: a 23 anni della sua morte un pianeta ancora da scoprire  

Danilo 14 sciopero Diga

  Ci troviamo davanti a uno degli intellettuali più prestigiosi del ‘900, con uno spazio di interessi così vasto che, al di là del suo costante soggiorno in Sicilia, lo proiettano su scala mondiale. Lo vediamo spaziare con estrema disinvoltura dalla sociologia, alla musica, alla pedagogia, al romanzo, alla poesia, all’arte, all’architettura, alla politica, all’impegno sociale, all’uso di nuove tecniche e strumenti di comunicazione. Non si isola in quella sorta di prigione dorata in cui solitamente si chiudono o sono […]

Leggi tutto... 0

Fascismo e donne (Enzo Ciconte)

trasferimento

Pubblico volentieri questo breve contributo del grande studioso e storico calabrese Enzo Ciconte, della cui amicizia mi onoro. I soliti o “stoliti” storici negazionisti hanno come al solito cercato di ribaltare la frittata e  di valutare positivamente il compito delle donne, cioè essere macchine per fare figli e  crescerli. Il “nuovo” ruolo delle donne nel fascismo viene descritto in un discorso del 26 maggio 1927 da Mussolini. L’obiettivo era quello di  far aumentare il numero della popolazione italiana da 40 […]

Leggi tutto... 0

Natale 2020 : denatalizzazione e rinatalizzazione

Magnà

  Ci voleva il virus per disturbare e rimettere in discussione le sacre regole del Natale.  E naturalmente, per effetto del virus le decisioni governative, spesso contraddittorie, discutibili, fatte più per produrre un effetto deterrente, che un risultato pratico. La prima intoccabile regola , venuta meno a metà, è stata quella della liturgia del regalo natalizio. Niente regali sotto l’albero per tutta la parentela, ma solo per i più intimi. Non si potrà allestire tutta la cerimonia della distribuzione, essendo […]

Leggi tutto... 0

Il capitalismo della sorveglianza (Elio Camilleri)

An eye character's looking through a telescope. A high rez jpeg & ai. file come with this image. Enjoy.

  atta della manifestazione più recente ed aggiornata del capitalismo;  di sicuro è quella più alienante e totalizzante. La prima forma di dominio del capitalismo è stata quella dell’ acquisto della forza-lavoro da parte dell’ “uomo del denaro”, la seconda della trasformazione dell’ uomo in consumatore da parte del dio mercato, la terza ed ultima da parte di Google, Facebook, Microsoft, Apple e Amazon sta nel controllo quotidiano dei nostri comportamenti. Ecco il capitalismo della sorveglianza attuato da Google in […]

Leggi tutto... 0

Seguimi su Facebook