Questo sito…..

Nel tardo latino medioevale “compagno” era colui con cui si divideva il pane, “cum panis”. Inevitabile il richiamo al vecchio giradischi di Radio Aut, dove mettevo sul piatto “Rimmel” di De Gregori per mandare in onda “Pablo”, “prima parlava piano, e io non lo capivo, ma il pane con lui lo dividevo”. Magari non era il pane, ma le sigarette. E poi quell’”hanno ammazzato Pablo, Pablo è vivo”, con seguito di applausi”, con inevitabile riferimento a Peppino. Compagno è poi […]

Leggi tutto... 2

Burocra-zia

piueconomia-burocrazia

  Buro-crazia spesso diventa burocra-nonna per i tempi che portano alla vecchiaia, prima che si risolva un problema.  Lo schifo che la caratterizza, la puzza che essa promana, l’oscenità che la pervade, ci fanno stare lontano, almeno fino a quando è possibile, perché prima o poi bisogna farci i conti. Ed è come il filo di una matassa che, piano piano, avvolge il cittadino, lo stritola, ne succhia ogni possibilità di decisione autonoma. Tutto ruota attorno alla gestione spregiudicata e […]

Leggi tutto... 0

Diga Jato: 17 milioni per rifare il primo lotto

1102 Diga Jato Febbraio 2007 031

  La notizia è arrivata da qualche giorno e c’è stato subito il solito politico che ha cercato di rivendicarne a se stesso il merito di avere sbloccato il finanziamento, secondo le indimenticate strategie elettorali del passato.  Pur non mettendo in discussione l’interessamento di una parte politica oggi al governo,  va detto che questa parte e il suo rappresentante  ha avuto la fortuna di trovarsi al posto giusto nel momento giusto, ovvero di raccogliere un prodotto da tempo e da […]

Leggi tutto... 0

VIAGGIO  DALLA STORIA ALL’INFERNO, PASSANDO PER PARTINICO  

100_0132_0001

VALGUARNERA-BARONIA-TAURRU, Il posto è bello e ricco di storia. Vi si accede da un bivio della Partinico-Alcamo, a circa 3 km da Partinico. Un cartello all’inizio segna la non transitabilità della strada   , che invece è notevolmente trafficata: essa costituisce il transito più breve per coloro che dall’entroterra, in particolare da Sal Giuseppe Jato, Sancipirello, Corleone, vogliono andare verso Trapani, soprattutto in periodo estivo , per la balneazione. Ma il posto è transitato in autunno, anche per la presenza di […]

Leggi tutto... 0

In ricordo di Rocco Chinnici

chinnici-rocco-eff-c-ansa

Nacque a Misilmeri  il 19 gennaio 1925 . Il 19 gennaio è anche la data di nascita di Paolo Borsellino.  La sua carriera si svolse interamente tra Palermo e Trapani: in quest’ultima città e nella contigua Partanna fece i suoi primi passi di magistrato, prima di essere trasferito a Palermo, dove divenne capo dell’Ufficio Istruzione. A lui che si devono tre grandi intuizioni che hanno rivoluzionato i metodi e il modo di agire contro la mafia: -La creazione del pool […]

Leggi tutto... 0

UN C’E’ CCHIU’ NIENTI (Gaspare Cucinella)

09 04 03 gaspare cucinella

          Un c’è cchiù nienti, mancu u suli c’è cchiù, mancu u mari, mancu a rina, mancu a luna, mancu a tierra. Un c’è cchiù nienti! I genti unni su? Un ci su cchiù, semu tutti suli, tutti suli. Ognunu si talia e un vuoli viriri cchiù a nuddu, un vuoli sentiri cchiù nienti, lastimi, lamienti…. Un c’è cchiù nienti, mancu nuatri ci siemu cchiù. E chi n’arresta? Unn’arresta cchiù nienti. E allura? Allura chi amu […]

Leggi tutto... 0

Passaggi della relazione semestrale della DIA e la situazione della criminalità mafiosa in Sicilia

260px-Logo_della_Direzione_Investigativa_Antimafia

  Nulla di nuovo Nulla di particolarmente rilevante nella relazione semestrale della DIA sulla situazione della criminalità mafiosa in Italia e, particolarmente nelle regioni del sud.  Nello specifico  diamo un’occhiata alla Sicilia,  alla Provincia di Palermo e al mandamento di Partinico. L’analisi inizia con la mancanza di un capo autorevole, dopo la scomparsa di Totò Riina e dopo il tentativo sventato dalle forze dell’ordine nel dicembre 2018 di ricostituzione della cupola, che avrebbe dovuto essere guidata da Settimo Mineo. I […]

Leggi tutto... 0

parole

Borsellino e scorta

    Siamo tutti bravi, facciamo le manifestazioni, ci mobilitiamo per ricordare i morti, sì, la memoria è necessaria, un popolo senza memoria è un popolo senza storia, e blablabla, sapienti architetture di parole, con fiocchetti, analisi, interventi scritti, applausi, giacca e cravatta sotto il sole torrido, apprezzamenti per i successi conseguiti, parate disparate, presenza d’obbligo delle forze dell’ordine, strette di mano, baci, targhe, e più recentemente alberi, rassegne dei tipi più squallidi, in rappresentanza delle istituzioni, il presidente, il […]

Leggi tutto... 0

Non è colpa mia

predicare_bene_razzolare_male

La colpa non è mia. Sono un dipendente pubblico e pago te tasse direttamente in busta paga. Ho comprato una Punto perchè consuma poco, non un SUV a rate, Faccio la raccolta differenziata dei rifiuti Non compro, tanto per comprare, l’ultimo telefonino o televisore Non mi sono indebitato per avere una casa con mutuo Non mi sballo in discoteca e non vado a cenare al ristorante Cerco di andare d’accordo con mia moglie Vado a trovare tutti i giorni quella […]

Leggi tutto... 0

15 LUGLIO 1978 : scampagnata

4622 Mangiata Luglio 78

  A mare. L’incontro è per mezzogiorno nella campagna di Vita, una ragazza del Collettivo Femminista.Verso l’una si presentano tutti, Pino, Fanny A, Fanny B., Ciccio, Giovanni R., Piero,Graziella, Felicetta, Vito, Andrea, Guido, Paolo, Giampiero, Benedetto, Guido, Giosuè, Faro, Umberto ed Anna,  Silvana, io , Karol , Sabrina. Vito sta  arrostendo salsiccia, le ragazze apparecchiano la tavola. Nella radio scorre una cassetta di De Gregori.   Ciccio: -“Umberto, oggi non vogliamo sentire parlare né di gabelloti né di borghesia mafiosa. […]

Leggi tutto... 0

Retrospettive

Retros

  Estivamente stanco, preceduto da incertezze, inseguito da vuoti a perdere mi inabisso in questa stanza d’acqua odorosa di ricordi, densa d’ombre Di colpo si snodano spiagge, sorrisi di conchiglie, armonie di donne, ovattato suono di flauti, l’après-midi, sino al tramonto, rumoreggiano temporali, piogge dentro il deserto, esplosioni, devastazioni dita aggrappate a un appiglio, urlo del precipizio. Altrove unzioni d’ipocrisia, incensi di notizie confezionate, lo sperone della giustizia conficcato in chi ci crede, l’iniqua distribuzione del possesso. Tunnel, il traforo […]

Leggi tutto... 0

Seguimi su Facebook