Buona Pasqua 2024

images (1)

images (1)

 

Pasqua vuol dire “passaggio”. Che cosa passa? Certamente la stagione fredda, ma soprattutto  passaggio dalla morte alla vita nel  miracolo della Resurrezione.  Li abbiamo visti tutti, a braccetto con le moglie, politici di primo, secondo e terzo taglio, mafiosi di mezza tacca e di tacca intera, ipocriti e falsi credenti d’ogni specie,  contriti alla processione del venerdì santo, commuoversi sino alle lacrime per la morte di Cristo e per il dolore di sua madre, con il cuore trafitto da sette spade. Tutti pentiti e decisi a cambiare vita, anche se in tutti c’era la certezza che Cristo sarebbe poi risorto e tutto sarebbe tornato come prima. E allora dov’è il passaggio?

I simboli pasquali sono l’agnello,la colomba e l’uovo. In questi giorni i negozi sono saccheggiati, anche se sulla qualità dei prodotti acquistati la Guardia di Finanza ha accertato recentemente che spesso si tratta di roba avariata, contraffatta o di bassa qualità. Ancora non abbiamo visto in giro l’uovo di pasqua cinese, ma è questione di qualche anno. Nell’uovo c’è solitamente la sorpresa, quella che piace tanto ai bambini, mentre gli adulti fanno scorpacciate di cioccolato che, si dice abbia capacità di stimolo sessuale.

 

Buona pasqua a papa Francesco con l’invito a non abbassare la guardia nei confronti di preti pedofili, perché sono dei porci che sfogano la loro libidine con i piccoli e gli indifesi. Buona pasqua a lui che ha avuto il coraggio di non chiamare cristiani gli ipocriti che speculano sulla vita dei profughi e dei migranti. L’ultimo disperato appello alla pace dovrebbe lasciare qualche segnale nelle orecchie dei due assassini , Putin e Nethaniau, che giocano a fare i signori della guerra, assieme ai loro alleati-complici. E invece niente. Buona pasqua a tutti i leccaculo perché possano trovare dentro l’uovo un buon dentifricio per profumare l’alito.

Auguri agli schetti di Terrasini, affinchè alzino bene l’albero ( che sicuramente significa qualche altra cosa,) davanti alla zita.

Insomma, a tutti l’augurio a diventare più buoni, più bravi, più belli, a fare l’amore,  e soprattutto, ai mafiosi, a fare il “passaggio” verso una vita onesta, perché altrimenti non c’è scampo, prima o poi c’è la galera. Brusca l’ha capito subito, e adesso, malgrado i suoi 400 omicidi, non se la passa male. Schiavone ha dovuto star dentro 20 anni, prima di accorgersi che non ne valeva la pena, bastava pentirsi subito. Auguri a tutti i proprietari di supermercati di vendere tutta la roba che hanno dentro, a tutti i consumatori di comprare, a tutti coloro che manifestano con i trattori, di trovare un ministro che di agricoltura ne capisca qualcosa. Soprattutto che dalla terra viene ogni ricchezza. E arrivederci a domani, con grandi escursioni nelle campagne per fare grandi mangiate di crasto arrostito, scirocco permettendo. Anzi, ma solo per la zona di Partinico, abbuffate di sasizza pasqualora, che, per quanto ne so, è fatta con  carne suina (60%) e ovina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguimi su Facebook