Non più Casa Badalamenti, ma Casa Nove Maggio

Pubblicato: 20 Marzo 2017 su Antimafia Duemila di Salvo Vitale Ho cercato di seguire, senza molta convinzione, la vicenda degli studenti di Moncalieri a colloquio con il sindaco di Cinisi nella casa che fu della buona, anzi della cattiva, anima di don Tano e mi è sembrata una di quelle vicende pirandelliane, al limite tra l’assurdo, il surreale, la stupidità, il pregiudizio. L’episodio è una di quelle tante “Cronache da Mafiopoli”, da me recentemente pubblicate, con l’editore Navarra, nel libro […]

Leggi tutto... 0

L’annus horribilis non diverso dagli altri

A dire di molti analisti, giornalisti, opinionisti, osservatori, scrittori, signori, è stato un “annus horribilis”. Sembra che si siano tutti scordati di tutto quello che di horribilis ci sia stato negli altri anni, terremoti, tsunami, dissesti idrogeologici, alluvioni, attentati, bombe, guerre, migrazioni, fame e quant’altro di male abbiamo vissuto, in parte a causa degli uomini, in parte a causa della natura che si ribella alle devastazioni causate dagli uomini stessi. Il terremoto nel centro Italia, con i suoi morti e […]

Leggi tutto... 0

Anno che va, anno che viene

Un anno fa ho scritto e postato questa lunga riflessione: da allora non è cambiato niente, se si esclude la distruzione di Aleppo, l’elezione di Trump, la vittoria del NO al referendum e il crollo delle ambizioni di Renzi, la sua sostituzione con Gentiloni, il terremoto nel centro Italia, la Brexit, i vari attentati , da Parigi a Berlino, nei confronti di chi ha la colpa di vivere in Europa, il ritorno di rigurgiti di destra xenofoba in gran parte […]

Leggi tutto... 0

Natale 2016

            Tra alberi illuminati, presepi viventi, semoventi, o fermi, siamo arrivati a Natale. Negli anni ’60  Carosone cantava:   “Mo vene Natale, sto senza denari, me leggio u giornale e me vaco a curcàr”   Non è cambiato niente da allora. Si consuma il piacere o  l’obbligo, se non , in molti casi, la seccatura del mangiare insieme, ma c’è anche chi non ha nessuno, non ha un soldo non trova neanche un motivo per […]

Leggi tutto... 1

Quale democrazia?

  Pericle  Nel suo famoso discorso sulla democrazia, riportato e riadattato da Tucidide,  nel 431 a.c. Pericle, da alcuni storici indicato come il tiranno di Atene, dice : “Qui il nostro governo favorisce i molti invece dei pochi: e per questo viene chiamato democrazia/ Qui ad Atene noi facciamo così/ Le leggi assicurano una giustizia eguale per tutti nelle loro dispute private…/ Quando un cittadino si distingue, allora sarà, a preferenza di altri, chiamato a servire lo Stato… come ricompensa […]

Leggi tutto... 0

Che fine hanno fatto i comunisti? (Lorenzo Giarrelli)

   L’articolo di Giarelli è un’analisi impietosa e distaccata, spesso ironica sulla frammentazione  politica che caratterizza la sinistra, in particolare quella che si ispira al comunismo. Nella sua ricerca mancano  molte altre sigle che non sono diventate partito, ma che alimentano la tendenza gruppettara e la colorano di setta-rismo. Difficile dire se questa sia una ricchezza di idee e di interpretazioni, se sia  l’ossimoro della diversità nell’uguaglianza, se sia una contraddizione insita nell’idea stessa di sinistra, dove ognuno crede di […]

Leggi tutto... 0

E’ finita. Ma è davvero finita?

    E’ finita. Sei mesi di campagna elettorale sul nulla ci hanno lasciato esausti.   Sballottati tra sì e no, tra conservatori e progressisti, tra costituzionalisti  e revisionisti della costituzione, tra renziani e antirenziani, gli italiani hanno risolto tutto alla loro maniera, con un sonoro e irrevocabile “vaffanculo”. Un’orgia di sciacalli si sono  appropriati della vittoria del no appropriandosi di un risultato che non appartiene a loro, perchè non si votava per il loro partito, ma per una “deforma” […]

Leggi tutto... 0

Referendum, “Sì” e “No”: non se ne può più

novembre 29 di Salvo Vitale QUASI QUATTRO MESI DI CAMPAGNA ELETTORALE, TRA SÌ E NO, TRA RIFORMA E CONTRORIFORMA, TRA SENATO E NON SENATO, ITALICUM, PORCELLUM,   DEMOCRATELLUM, MATTARELLUM, BABBARELLUM… Non se ne può più: quasi quattro mesi di campagna elettorale, giorno dopo giorno, tra sì e no, tra riforma e controriforma, tra  senato e non senato, Italicum, porcellum, mattarellum, babbarellum e altre amenità che cercano di distrarre l’attenzione degli Italiani verso temi più importanti, quali la disoccupazione, il costante […]

Leggi tutto... 0

Addio a Leonard Cohen,  cantore della malinconia, menestrello delle emozioni

  E’ morto a 82 anni Leonard Norman Cohen,  ”Abbiamo perso uno dei piu’ prolifici visionari”. ha commentato la sua casa editrice nell’annunciarne la scomparsa. Difficile dargli un posto tra la generazione di cantanti che, a partire dagli  anni Sessanta e Settanta hanno dato una svolta al modo di sentire e vivere la musica non  come momento di svago o espressione di un’emozione, ma come riflessione, stimolo all’impegno sociale, introspezione all’interno di tormentate ricerche di religiosità. Assieme a Bob Dylan […]

Leggi tutto... 0

Halloween e i defunti, dai Mostri ai Morti

Una “catechista” di Terrasini ha invitato i bambini a non festeggiare  Halloween, perchè altrimenti Gesù si mette a piangere. Evito di indicarne il nome o di segnalarlo a mons. Pennisi per i provvedimenti del caso, ma sono convinto che questo  non è fare catechismo, ma terrorismo. Non si possono violentare le menti dei bambini invitandoli a prendere le distanze da forme culturali che, da tempo hanno smesso di essere religiose per restare solo folkloristiche. Proprio l’altro ieri, in occasione del […]

Leggi tutto... 0

Seguimi su Facebook