50° anniversario ”Radio Sicilia Libera”: omaggio a tutti lettori con ebook su Danilo Dolci

Chi tace è complice

 

la radio dei poveri cristiNavarra Editore omaggia a tutti i suoi lettori l’ebook “Danilo Dolci. La radio dei poveri cristi”
In questi giorni complessi, in cui l’intera Italia è chiamata a una prova inedita di coesione sociale e di responsabilità personale e collettiva, Navarra Editore non dimentica i suoi lettori, ma dedica loro un regalo speciale, un modo per trascorrere costruttivamente le ore di forzata solitudine: l’ebook “Danilo Dolci. La radio dei poveri cristi”, un testo-simbolo della casa editrice, un documento storico di enorme valore, curato da Salvo Vitale e Guido Orlando.
Il libro, che da venerdì scorso e fino alla fine dell’emergenza Covid-19 sarà in disponibilibità gratuita dal sito della casa editrice, è il terzo volume della collana di pocket da collezione Fiori di campo dedicata a coloro che, singoli o collettivi, hanno fatto Storia con la propria storia. “La radio dei poveri cristi” racconta la nascita, ad opera di Danilo Dolci, della prima radio libera in Italia, “Radio Sicilia Libera”, che esattamente cinquant’anni fa, il 25 marzo 1970, ruppe il monopolio di stato sulle trasmissioni via etere con un forte messaggio di denuncia del potere mafioso e clientelare che aveva attinto a piene mani dai soldi destinati alla ricostruzione della valle del Belice dopo il terremoto del 1968.
Sono le 19:30 del 25 marzo 1970. A Partinico, dalla sede di Palazzo Scalia, nei locali del “Centro Studi e Iniziative”, parte un segnale radiofonico sulla lunghezza d’onda dei 20,10 megacicli ad onde corte e sui 98,10 megahertz a modulazione di frequenza. Si tratta di un disperato S.O.S. proveniente dalle popolazioni di alcuni paesi della Sicilia Occidentale distrutti due anni prima da terremoto del Belice. Due collaboratori del Centro, Franco Alasia e Pino Lombardo, si asserragliano in una stanza del Palazzo, con le attrezzature necessarie e con 50 litri di benzina. Fuori Danilo Dolci accende una radio e fa ascoltare quello che viene trasmesso. Per 27 ore. Saranno 27 ore cruciali, che cambieranno la storia d’Italia.
Già da tempo Navarra Editore ha scelto di pubblicare in ebook una parte del proprio catalogo cartaceo, partendo dalla sua collana più famosa, Fiori di campo; presto anche molti testi della collana di saggistica Officine e della collana di narrativa vedranno la luca in versione elettronica.

L’ebook è disponibile gratuitamente dalla homepage del sito della casa editrice, www.navarraeditore.ito seguendo il LINK.

Pubblicato su Antimafia Duemila 24 marzo 2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguimi su Facebook