10 dicembre: la Dichiarazione incompiuta

                    Il 10 dicembre 1948 a Parigi  l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha approvato la Dichiarazione universale dei diritti umani, un documento sui diritti di cui ogni uomo e ogni donna debbono godere in una società civile. Non si tratta di una novità, in quanto questi principi sono già bene individuati su due documenti fondamentali nella storia dell’umanità, scritti alla fine del 1700  e ispirati alle idee diffuse dal grande movimento […]

Leggi tutto... 0

Pecunia non olet……(Nino Cinquemani)

  Non sfugge a nessuno che la società attuale è soggetta a mutamenti rapidi e spesso convulsi che riguardano non solo il settore tecnologico ma anche e soprattutto il costume, le abitudini, i valori. La nostra vita, sotto l’influenza di questi mutamenti, è costretta ad adeguarsi non senza un diffuso disagio da parte dei più anziani. Non è raro sentire frasi di questo tenore: – Non ci sono più valori; non c’è più rispetto; la continua competizione  trasforma la vita  […]

Leggi tutto... 0

ASPETTI DELLA STORIA E DEL CARATTERE DEI PARTINICESI. (Pasquale Marchese)

  I recenti avvenimenti hanno portato alla ribalta Partinico, evidenziandone alcuni dei più deleteri aspetti. Anche gli studi di storici passati, dal Marchese di Villabianca, al Di Bartolomeo, a Salamone Marino,  a Stefano Marino, a Carmelo Pardi, a Salvatore Bonnì, a Giuseppe Casarrubea a Danilo Dolci, non sono  sempre teneri nei confronti di quelli che, nel libro “Quotidiano e Immaginario in Sicilia”, ho chiamato “aspetti antropologici del carattere dei Partinicesi”. L’analisi più completa sull’argomento è stata scritta da Pasquale Marchese, […]

Leggi tutto... 0

Magliette rosse: cattiveria e disinformazione scatenate sul web

    Sulla vicenda delle magliette rosse indossata da una commissione di esami di stato come momento di adesione alla giornata,  organizzata da don Ciotti il 7 luglio, “per fermare l’emorragia di umanità” che sta attraversando il mondo, si è scatenato il fini-mondo. Tutti quelli che col ditino sul cellulare sono pronti a schizzare veleno su chi osa avere qualche idea diversa dalla propria, hanno ritenuto di potere dire la propria con affermazioni offensive, ingiurie, minacce, idiozie al limite del […]

Leggi tutto... 0

Tutti promossi, la Scuola finta che sforna analfabeti futuri operai Di

Studenti impegnati in una prova d’esame Bisogna che finalmente qualcuno abbia il coraggio di dirlo: in Italia oggi in ogni ordine d’istruzione un bel voto si prende molto più facilmente di un tempo; anche perché, se così non fosse, il numero dei “non ammessi” all’anno successivo dovrebbe essere forse doppio (o triplo) rispetto a quello attuale. Da almeno tre decenni il Ministero della Pubblica Istruzione (che oggi non si chiama nemmeno più così) profonde sommi sforzi per far comprendere agli […]

Leggi tutto... 0

Gli avvocati e gli indifferenti (Sabrina Natali)

    Ti fai il mazzo, rinunci a un poco di serenità, rinunci ad uscire con le amiche (se te ne rimangono)…. e poi ti rendi conto che non devi combattere “solo” contro questi maledetti scarafaggi, ma che hai principalmente due grandi nemici, prima ancora dei mafiosi: il primo è un sistema che parte dall’alto, fatto di avvocati , o comunque da istituzioni somiglianti sempre più a quel sistema mafioso che cerchi di contribuire a distruggere; il secondo è la […]

Leggi tutto... 0

Trattativa stato-mafia: qualche riflessione in attesa della sentenza

     Mentre i giudici sono ancora chiusi, nelle stanze del carcere Pagliarelli, per decidere la sentenza, facciamo qualche breve riflessione sulla “trattativa stato mafia”, senza la pretesa di fare chiarezza in un argomento così complesso. La prima osservazione è che la trattativa c’è e c’è sempre stata, sin dai tempi in cui parecchi “picciotti”, spesso legati alle cosche mafiose che imperversavano nel meridione d’Italia, corsero ad ingrossare le fila dei garibaldini. Ma già sulla battaglia di Calatafimi  c’è stata […]

Leggi tutto... 0

8 marzo forever  

    Le femministe degli anni ‘70 ci tenevano a dire che l’8 marzo è la giornata della donna e non la festa della donna. Non c’è niente da festeggiare. Dietro questa data esistono versioni diverse. La tradizione socialista faceva risalire l’origine di questa giornata al grande sciopero parigino dell’8 marzo 1848. In Italia, a partire dagli anni 50 cominciò a diffondersi una versione diversa. Nel 1952 il settimanale bolognese “La Lotta” scrisse che la data si riferiva a un […]

Leggi tutto... 0

“I genitori sono un disastro totale. Ormai i figli decidono tutto”

Su Tagada, programma di La7, interviene lo psichiatra Paolo Crepet, che commenta gli ultimi episodi di violenza degli alunni nei confronti di docenti e Ata: Quando il buonismo educativo è così pregnante, non va bene. Noi non abbiamo più figli, ma piccoli Budda a cui noi siamo devoti, epr cui possono fare tutto. Scelgono dove andare a mangiare, in quale parco giochi. Siamo diventati genitori che dicono sempre di si. Ma questo è sbagliato. Esposti. Quando diventeranno grandi ci sarà qualcuno che gli dirà di […]

Leggi tutto... 0

La generazione svanita

La colpa è nostra o meglio della generazione dei nostri genitori, che ci stanno cannibalizzando. Sono stati gli ultimi ad avere un qualche rispetto delle regole e i primi a mettersele sotto i piedi. Tutto è cominciato con la maleducazione, “siamo in democrazia e fumo dove cazzo mi pare..”, “questo è un paese libero e butto la cicca della sigaretta dove voglio…” Siamo tutti cresciuti con il mito del “Che” , la maglietta rossa con la sua foto (per realizzarla […]

Leggi tutto... 0

Seguimi su Facebook