La scuola tra libertà d’insegnamento e censure

  di Salvo Vitale Il caso della docente sanzionata a Palermo Hai voglia di gridare “Giù le mani dalla scuola”. Ormai la scuola l’hanno in mano i leghisti e sono loro a decidere cosa si deve insegnare e cosa no, cosa è educativo e cosa no e a censurare i docenti che “non sorvegliano” e quindi non censurano quello che “producono” i loro alunni, specialmente quando si permettono di fare accostamenti con la storia del passato. Inutile studiare storia, non […]

Leggi tutto... 0

Piera Aiello scrive, Giovanni Impastato risponde, l’antimafia si lacera  

  9 maggio 2019: prima al casolare in cui è stato ucciso Peppino, e poi durante il corteo, Giovani Impastato e Umberto Santino hanno  invitato ad allontanarsi, e in malo modo, una delegazione del Movimento Cinquestelle composta da Giarrusso, da Roberta Schillaci e da Piera Aiello. Quest’ultima ha scritto una lettera a Giovanni Impastato, dove si legge: «Pochi mesi fa quando siamo stati insieme a Rosarno per il premio nazionale “Valarioti Impastato”, mi hai invitato a ricordare tuo fratello, così […]

Leggi tutto... 0

11 MAGGIO 1978: parte la controinchiesta

  Consueta sosta mattutina alla spiaggia. Non so se andare a scuola o fermarmi qua. Come sempre, seduto appena lì dove il mare non arriva, c’è il solito uomo. Una faccia rugosa di vecchio marinaio, annerita dal sole e dagli anni, lunghi capelli biondi, bianchi in qualche parte, una immobilità quasi ieratica. Sembra un pirata d’altri tempi. Dopo tanti giorni in cui ci siamo guardati sott’occhi, facendo finta di essere indifferenti l’uno alla presenza dell’altro, decido di rompere il ghiaccio, […]

Leggi tutto... 0

10 MAGGIO 1978

    Come ogni mattina, mi reco alla spiaggia per dare un’occhiata al mare. Le onde si strusciano pigre e sonnolente sulla battigia. Cerco di leggere, in questo lento andirivieni, quello che può essere successo. Di certo l’altra sera, lasciandomi davanti casa, Peppino avrà fatto questa strada e si sarà fermato, come spesso faceva, qui. Lo vedo. Spegne il motore. Scende dalla macchina per sentire la sabbia sotto i piedi. In cielo svanisce l’ultima striscia di tramonto. Dentro il sonno […]

Leggi tutto... 0

9 MAGGIO 1978

 Il ricordo di quel terribile giorno nel racconto di chi l’ha vissuto       Le sette del mattino. Notte insonne alla ricerca di Peppino. Eravamo scesi dalla radio, eravamo saliti assieme sulla sua scassatissima 850, mi aveva lasciato poco giù, dove abitavo, “ciao, ci vediamo alle 9”, poi più nulla se non la scia di una macchina nera che aveva girato la traversa dopo Peppino.Torno a casa in mattinata e aspetto qualche notizia. Puntuale la notizia arriva. Suonano il campanello: […]

Leggi tutto... 0

Musica e’….

     Non ha avuto molto successo, se non per pochi irriducibili il tentativo di richiamare in vita il  33 giri in vinile. Altri tempi. Era grande quanto una pizza, con i testi stampati nella copertina interna,  così che tutti  potevano cantarli andando dietro alla voce del disco, impararli a memoria, o quantomeno apprezzarli, quando erano brani di autentica poesia. Ogni tanto usciva anche il singolo con le due facciate, quella con il brano di successo, l’altra con  un brano […]

Leggi tutto... 0

Archiviata la denuncia per diffamazione di Benny Valenza a Salvo Vitale e Riccardo Orioles

Dire ”mafioso” a un mafioso, anche presunto, non sempre è un reato Dettagli Pubblicato: 20 Aprile 2019 di Salvo Vitale Il giudice per le indagini preliminari Claudia Rosini, esaminati gli atti del procedimento penale a carico di Riccardo Orioles e Salvo Vitale per il reato di cui all’art.595, letta la richiesta di archiviazione avanzata dal pm per infondatezza della notizia di reato e visto l’atto di opposizione presentato da Benedetto Valenza, detto Benny, ha deciso l’archiviazione del procedimento. La sentenza fa riferimento a una denuncia sporta da Valenza, […]

Leggi tutto... 0

BAMBINI

Oggi il Liceo Scientifico-Classico di Partinico intesta alcune aule a bambini uccisi dalla mafia, in particolare Claudio Domino. La sera del 7 ottobre 1986  Claudio stava passeggiando in una via del quartiere San Lorenzo di Palermo, quando fu chiamato da un uomo che arrivava con una moto di grande cilindrata, una Kawasaki,: quando Claudio si avvicinò l’assassino disse che gli doveva parlare e poi tirò fuori una pistola 7,65 e da meno di un metro gli sparò in mezzo agli occhi, uccidendolo sul […]

Leggi tutto... 0

Spunti per un’analisi della deriva pentastellata

  Pubblicato: 26 Febbraio 2019 su Antimafia Duemila di Salvo Vitale Non un minimo d’analisi sul recente tracollo del Cinque Stelle, liquidato come un risultato locale e non come un nazionale declino d’un movimento nato sull’antipolitica e invischiatosi nella rete della politica. Non una riflessione sul fatto che, venuto meno l’antirenzismo, brodo di cultura del movimento, sia venuto meno il motivo centrale del dissenso, senza che ne sia seguito un mantenimento del consenso. Come, del resto, nessuna seria analisi è stata […]

Leggi tutto... 0

1977: Ricordo di Radio Aut

  Nella giornata della Radio, un ricordo di Radio Aut dal libro di Salvo Vitale “Peppino Impastato, una vita contro la mafia” edito da Rubbettino L’esperienza del  Circolo  “Musica e Cultura” rimase sovrastrutturale, anche se legata al bisogno grandissimo di comunicazione e contatto sociale diverso da quello, ipocrita e gretto, della società mafiosa. Quella di uscire dalla solitudine era un’esigenza non sempre in linea col bisogno di lavoro, di occupazione, di autosufficienza, comune ad altre fasce sociali. Il principio era quello […]

Leggi tutto... 0

Seguimi su Facebook