I principi della propaganda di Goebbels sempre in uso  

  I principi della propaganda di Goebbels presentano molte analogie con le scelte o strategie di comunicazione di certa propaganda della politica italiana da Berlusconi al Movimento 5 Stelle, alla Lega. Propaganda che funziona, soprattutto se l’ispirazione alle tecniche del passato viene usata per riproporre gli stessi obiettivi di gestione del potere nella prospettiva dell’uomo forte, dell’uomo nuovo, dell’”uno di noi” , tutti segnali per dire che la storia purtroppo non ci ha insegnato nulla. Ma soprattutto è la circolazione […]

Leggi tutto... 0

SUI VITALIZI FACCIAMO CHIAREZZA

  La stampa alla Camera del Movimento 5Stelle su una proposta di abolizione dei vitalizi dei parlamentari. Il Movimento ha lanciato l’idea di eliminarli non attraverso una proposta di legge (ce ne sono già una decina depositate alla Camera) ma con un semplice atto regolamentare degli uffici di presidenza delle Camere. ​Agli osservatori la proposta è apparsa subito piuttosto singolare perché i vitalizi sono di fatto aboliti con la riforma entrata in vigore il primo gennaio 2012. Anche ai meno […]

Leggi tutto... 0

Luoghi comuni sulla democrazia, sulle classi sociali, sul comunismo (Anio Fusco Celado)

    Ci sono alcuni luoghi comuni che ormai sono accettati come dogmi, verità indiscutibili, elementi indispensabili alla formazione culturale, che sono passati in rassegna in un’analisi di Anio Fusco Celado, scrittore, saggista, filosofo, comunista:   1)L’Occidente è democratico, è la patria della democrazia, il luogo nel quale è concesso ad ogni cittadino di esprimere il proprio parere, contare, con il proprio voto, quanto ogni altro al momento di decidere, partecipare alla vita pubblica. Falso:  “ i paesi occidentali non […]

Leggi tutto... 0

“LE TRATTATIVE”, il nuovo libro di Antonio Ingroia

Le Trattative Dal sistema criminale alla trattativa Stato-mafia Ventisei anni di attacchi ai pm e di ricerca della verità di Antonio Ingroia con Pietro Orsatti «Siamo all’alba di una presunta terza Repubblica. È chiaro che non si può costruire su fondamenta solide una nuova Repubblica che incarni davvero un processo di maturazione della nostra demo- crazia se non si fanno i conti col passato». Il racconto freddo e spietato, dettagliato, a volte doloroso della lunga serie di conflitti e attacchi […]

Leggi tutto... 0

L’occupazione (di Pietro Orsatti) 

  Una maggioranza che non c’era (e non c’è) si è impossessata del Paese. Due forze politiche che in campagna elettorale si erano schierate l’una contro l’altra (ma si muovevano da tempo parallelamente nel ricercare appoggi e sponde all’estero rivolgendosi in particolare al campione dei diritti umani Vladimir Putin) hanno costruito un oggetto che non può essere definito governo ma associazione spartitoria. Da un lato questa maggioranza è sostenuta dall’ultra destra incarnata da Matteo Salvini che due minuti dopo la […]

Leggi tutto... 0

L’affaire Montante: spioni, magistrati, industriali, giornalisti per rimuovere il sindaco di Recalmuto Salvatore Petrotto

Che il sottoscritto, quando era sindaco di Racalmuto, in modo particolare a partire dal 2010, è stato inghiottito da un ciclone mediatico-giudiziario, con tanto di inchieste pilotate ed una pesante attività di spionaggio, ad opera di servizi segreti deviati, che obbedivano agli ordini dei vertici di Confindustria Sicilia, ormai non ci sono dubbi. Le motivazioni che hanno spinto il Montante ed i suoi correligionari dentro Confindustria, qualche magistrato, nonché alcuni giornalisti, a scagliarsi contro di me, è ampiamente spiegato nelle […]

Leggi tutto... 0

25 aprile 2018: RITORNO AL PASSATO

    Ad abolire il 25 aprile ci hanno provato in tutti i modi. Berlusca non partecipava alle parate, Fini ha istituito la giornata delle foibe, il 27 gennaio, pomposamente definita giornata della memoria, per ricordare i morti uccisi dai comunisti in Istria, Violante, sin dal 1996, ha sostenuto che i morti di destra e di sinistra sono tutti uguali e che bisognava dimenticare tutto per fare la riappacificazione, Pansa continua a scavare, con un astio personale, e con forti […]

Leggi tutto... 0

Per chi ha amore verso il duce, è mio dovere di insegnante di storia ricordare:

    Tra i suoi crimini e quelli del fascismo da ricordare l’assassinio del deputato socialista Giacomo Matteotti (rivendicato orgogliosamente da Mussolini), la distruzione di decine di Case del Popolo, gli assalti sanguinari alle sedi dei partiti di opposizione socialista e comunista, lo squadrismo fascista, le manganellate e le somministrazioni di olio di ricino agli oppositori, l’assassinio di Giovanni Amendola, di don Giovanni Minzoni e dei fratelli Carlo e Nello Rosselli, il licenziamento dei non fascisti, l’istituzione dell’OVRA (la Gestapo […]

Leggi tutto... 0

Trattativa stato-mafia: qualche riflessione in attesa della sentenza

     Mentre i giudici sono ancora chiusi, nelle stanze del carcere Pagliarelli, per decidere la sentenza, facciamo qualche breve riflessione sulla “trattativa stato mafia”, senza la pretesa di fare chiarezza in un argomento così complesso. La prima osservazione è che la trattativa c’è e c’è sempre stata, sin dai tempi in cui parecchi “picciotti”, spesso legati alle cosche mafiose che imperversavano nel meridione d’Italia, corsero ad ingrossare le fila dei garibaldini. Ma già sulla battaglia di Calatafimi  c’è stata […]

Leggi tutto... 0

Il Populismo

Alla ricerca delle origini del nome alcuni indicano l’inglese “populism”, altri il movimento russo nato tra alla fine de secolo XIX, che si riproponeva attraverso un’azione rivoluzionaria, un miglioramento delle condizioni di vita dei contadini e dei servi della gleba, con la creazione di una sorta di comunismo rurale contrapposto alla via industriale scelta dagli stati europei. Non c’è bisogno di cercare lontane origini straniere per notare che anche in italiano esiste la parola ”popolo” e che il populismo dovrebbe […]

Leggi tutto... 0

Seguimi su Facebook