Piera Aiello scrive, Giovanni Impastato risponde, l’antimafia si lacera  

  9 maggio 2019: prima al casolare in cui è stato ucciso Peppino, e poi durante il corteo, Giovani Impastato e Umberto Santino hanno  invitato ad allontanarsi, e in malo modo, una delegazione del Movimento Cinquestelle composta da Giarrusso, da Roberta Schillaci e da Piera Aiello. Quest’ultima ha scritto una lettera a Giovanni Impastato, dove si legge: «Pochi mesi fa quando siamo stati insieme a Rosarno per il premio nazionale “Valarioti Impastato”, mi hai invitato a ricordare tuo fratello, così […]

Leggi tutto... 0

10 MAGGIO 1978

    Come ogni mattina, mi reco alla spiaggia per dare un’occhiata al mare. Le onde si strusciano pigre e sonnolente sulla battigia. Cerco di leggere, in questo lento andirivieni, quello che può essere successo. Di certo l’altra sera, lasciandomi davanti casa, Peppino avrà fatto questa strada e si sarà fermato, come spesso faceva, qui. Lo vedo. Spegne il motore. Scende dalla macchina per sentire la sabbia sotto i piedi. In cielo svanisce l’ultima striscia di tramonto. Dentro il sonno […]

Leggi tutto... 0

9 MAGGIO 1978

 Il ricordo di quel terribile giorno nel racconto di chi l’ha vissuto       Le sette del mattino. Notte insonne alla ricerca di Peppino. Eravamo scesi dalla radio, eravamo saliti assieme sulla sua scassatissima 850, mi aveva lasciato poco giù, dove abitavo, “ciao, ci vediamo alle 9”, poi più nulla se non la scia di una macchina nera che aveva girato la traversa dopo Peppino.Torno a casa in mattinata e aspetto qualche notizia. Puntuale la notizia arriva. Suonano il campanello: […]

Leggi tutto... 0

9 MAGGIO  1979: Manifestazione nazionale contro la mafia

Il racconto di quella giornata, che ho vissuto intensamente e alla cui realizzazione ho dato il mio contributo.  La storia non si cancella, ma si scrive, e io sono uno di quelli che l’ha vissuta e l’ha scritta. Purtroppo, chi ha organizzato l’anniversario e il ricordo non ha ritenuto opportuno invitarmi a dare la mia “testimonianza. I motivi mi sfuggono.  9 MAGGIO 1979   Ci abbiamo lavorato sodo. L’idea è quella di ricordare il primo anniversario della morte di Peppino […]

Leggi tutto... 0

Peppino Impastato ce n’è uno solo

Leggo su Globalist l’ennesimo strano accostamento di Antonio Piccirello, il ragazzo di Napoli che ha preso pubblicamente le distanze dalla sua famiglia di camorristi, con la figura di Peppino Impastato. Già qualcosa del genere era stata detta a proposito di Domenico Cimarosa, il nipote di Matteo Messina denaro, che si è dissociato anche lui dal suo “pesante” parente. Nel fare certi paragoni andrei piano: pur apprezzando queste scelte coraggiose, è il caso di puntualizzare che Peppino Impastato, rispetto a loro […]

Leggi tutto... 0

Fare presto (e bene) perché si muore di pregiudizi. Danilo Dolci per cambiare il presente

Ripropongo questo interessante articolo di Pietro Piro pubblicato sul blog Vita.it il 23 febbraio 2019. La foto è stata scattata in occasione della Marcia della Protesta e della pace organizzata da Danilo nel 1967. Il ragazzo che a destra porta un cartello in cui è scritto, “Pace al Vietnam, libertà ai popoli oppressi, Lavoro ai siciliani”, di cui si intravede una parte del viso,  è PEPPINO Impastato, Si sbaglia chi crede di poter indurre cambiamenti “a forza di legge” senza […]

Leggi tutto... 0

1977: Ricordo di Radio Aut

  Nella giornata della Radio, un ricordo di Radio Aut dal libro di Salvo Vitale “Peppino Impastato, una vita contro la mafia” edito da Rubbettino L’esperienza del  Circolo  “Musica e Cultura” rimase sovrastrutturale, anche se legata al bisogno grandissimo di comunicazione e contatto sociale diverso da quello, ipocrita e gretto, della società mafiosa. Quella di uscire dalla solitudine era un’esigenza non sempre in linea col bisogno di lavoro, di occupazione, di autosufficienza, comune ad altre fasce sociali. Il principio era quello […]

Leggi tutto... 0

Il destino degli eroi

Cito questa frase di Lenin che definisce con estrema lucidità il destino dei cosiddetti eroi. Il discorso può valere per Peppino Impastato o per Che Guevara, per Mazzini o per Gandhi, ovvero per tutta quella lunga fila di eroi  diffamati da vivi, diventati tali e poi ridotti a icone dopo la morte (S.V.)  Le classi dominanti hanno sempre ricompensato i grandi rivoluzionari, durante la loro vita, con incessanti persecuzioni; la loro dottrina è stata sempre accolta con il più selvaggio […]

Leggi tutto... 0

“Dietro I Tuoi Passi”, un lavoro teatrale su Peppino al Teatro Biondo

Ciao Peppino Impastato, bentornato sul palco:   Gli attori Claudia Perna e Calogero Macaluso A Cinisi, paesino siciliano schiacciato tra la roccia e il mare, nei pressi dell’aeroporto, cento passi separano la casa di Peppino Impastato da quella del boss locale: una storia di coraggio che inizia così e che va in scena al teatro Biondo di Palermo martedì 6 novembre alle 21. Lo spettacolo “Dietro I Tuoi Passi. La Storia Di Peppino Impastato” è allestito dall’associazione Artiamo nel giorno del quarantesimo anniversario […]

Leggi tutto... 0

Peppino e Mauro, vite parallele

   I depistaggi 26 anni per Mauro, 22 per Peppino: alla fine la sentenza è arrivata. Un tempo inumano per chi aspetta giustizia. Due depistaggi delle indagini attraverso tortuosi sentieri e fervide immaginazioni, per nascondere due delitti di mafia: per Peppino le assurde piste dell’attentato terroristico, magari con l’aiuto dei suoi compagni, tra i quali avrebbe potuto nascondersi anche un complice o  l’assassino, oppure un suicidio eclatante, per Mauro “l’omicidio in famiglia”, maturato all’interno della comunità Saman, l’immaginata tresca tra […]

Leggi tutto... 0

Seguimi su Facebook