Palermo: Chiudono i negozi Bagagli dopo 5 ani di amministrazione giudiziaria

    La storia comincia il 3 maggio 2013, quando la Dia mette i sigilli agli otto negozi “Bagagli”, di Palermo, una catena di negozi “in”, che lavora da 25 anni, specializzata in griffe, pelletterie, borse e scarpe di marca, composta dal gruppo Bagagli s.a.s., (che gestisce i negozi di Via Mariano Stabile, via XX settembre, Viale Strasburgo, Bagheria), dalla Bagagli  srt (negozio a Catania, outlet e Furla, quest’ultimo chiuso dall’amministratore giudiziario e svenduto per pochi soldi), e dalla  Bagagli […]

Leggi tutto... 0

!° Maggio: niente da festeggiare

La festa dei lavoratori dovrebbe essere la festa di chi lavora. I lavoratori in Italia non arrivano a 23 milioni, tra i quali, negli ultimi anni continua a crescere il numero degli occupati con più di 35 anni e in particolare gli over 50. Il numero di persone occupate tra i 15 e i 34 anni di età è rimasto stabile a 5 milioni nel corso degli ultimi tre anni. Poco più di 5 milioni sono lavoratori autonomi (partite IVA, […]

Leggi tutto... 0

Pensioni? Basterebbe fissare un tetto e staremmo tutti bene

    Gli incontri tra governo e sindacati sul nodo delle pensioni, le contrattazioni su quali lavori siano da ritenere usuranti e quindi suscettibili di avere lo sconto di sei mesi per andare in pensione rispetto alla forca caudina imposta dalla legge Fornero,  la ribadita intoccabilità di questa legge, da parte del governo,  nascondono  ipocritamente il problema di fondo del quale  si preferisce non parlare: le scandalose liquidazioni e le incredibili pensioni  e retribuzioni pagate mensilmente ai grandi dirigenti, sia […]

Leggi tutto... 0

Una lettera

  “Ieri era una splendida domenica di sole, uno di quei giorni che ti viene voglia di uscire, di vedere tutto sotto quella luce brillante. Ma non può (si sa) andare tutto come uno lo immagina. Così vedi che tua moglie è strana, la vedi pensierosa, e con gli occhi lucidi. Ti avvicini titubante e timoroso e le chiedi cosa è successo. E qui crolla la serenità. Incominci a rinfacciarti che non è più possibile andare avanti cosi; che non […]

Leggi tutto... 0

Brindisi: squallida storia di caporali e di schiavi.

Conveniva andare con loro, dicevano, perché così riuscivano a lavorare per molti mesi. Con l’agenzia, invece, sostenevano che l’impiego nei campi sarebbe durato al massimo un mese. E le braccianti, tutte donne, quasi esclusivamente italiane, accettavano la proposta dei presunti caporali, spinte dallo stato di indigenza e necessità. Sopportavano la ‘cresta’ e orari di lavoro prolungati. Si accontentavano di 38 euro al giorno per 8 ore di lavoro, invece di 55 per 6 e mezza come era scritto nel contratto. Dovevano perfino […]

Leggi tutto... 0

Agricoltura in Sicilia: arriva l’estate, con i soliti problemi

Dalle nostre parti l’estate è già arrivata da un pezzo, anche se siamo ancora in primavera. Non piove più da due mesi e l’acqua che quest’anno è venuta giù è stata troppo poca per riempire gli invasi. Le alte temperature, alimentate dal vento di scirocco hanno portato a fioriture improvvise, quasi a lasciar pensare che il ciclo biologico delle piante sia impazzito. E, come al solito, da parte di chi è chiamato a dirigere le operazioni e a prendere decisioni, […]

Leggi tutto... 0

Alternanza scuola-lavoro, medaglia all’inutilità, allo sfruttamento, all’inganno e all’idiozia!

  Una nota esplicativa del Miur spiega che “l’alternanza scuola lavoro è un’esperienza educativa, coprogettata dalla scuola con altri soggetti e istituzioni, finalizzata ad offrire agli studenti occasioni formative di alto e qualificato profilo.” Be’, permettetemi di dire che vista con gli occhi di chi insegna, questo istituto dell’alternanza, uno degli elementi di maggior spicco all’interno della legge 107, meriterebbe un ricco medagliere: una medaglia al valor dell’inutilità, un’altra al valor dello spreco del tempo, un’altra ancora al valor dello […]

Leggi tutto... 0

Non posso passare la vita a combattere solo per sopravvivere

L’ultima lettera di un giovane disoccupato suicidatosi a 30 anni ad Udine nell’agosto passato. Solo oggi i genitori hanno deciso di renderla nota affinchè non passi inascoltato il disperato bisogno di lavoro dei giovani d’oggi di MICHELE Ho vissuto (male) per trent’anni, qualcuno dirà che è troppo poco. Quel qualcuno non è in grado di stabilire quali sono i limiti di sopportazione, perché sono soggettivi, non oggettivi. L’ultimo addio di Michele prima di togliersi la vita: “Io, precario, appartengo a […]

Leggi tutto... 0

Una lettera di un lavoratore

Ricevo molte email di gente che in passato ha avuto tanta voglia di lottare, ma che si ritrova scornata, senza lavoro, senza speranze nè prospettive in una mefitica palude in cui tutto è omogeneo, tutto affonda sistematicamente e su tutto si richiude un tetto di melma. Quella che pubblico è di un lavoratore di un’importante azienda siciliana rimasta per più di un anno senza dirigenza e dove recentemente il presidente Crocetta ha nominato come direttore un suo amico che ha […]

Leggi tutto... 0

Succede in via Roccazzo, dove non funziona un …..

L’ISTITUTO SPERIMENTALE ZOOTECNICO PER LA SICILIA: UNA STRUTTURA CHE MUORE. MUORE ANCHE IL POLO PEDIATRICO.  Tutto in via Roccazzo, dove non funziona un c…. Salvo Vitale È uno dei più antichi Istituti di ricerca d’Italia. Venne fondato nel 1884, con il compito di curare progresso delle attività agricole e zootecniche del territorio siciliano. Ha sede in via Roccazzo n°85 e dipende dall’Assessorato Regionale delle Risorse Agricole e Alimentari. È dotato di 65 ettari di terreno, il cosiddetto “Fondo Luparello”, con stalle e […]

Leggi tutto... 0

Seguimi su Facebook