In Niger a fare che?

  Articolo pubblicato sul blog di Giulio Cavalli, che lo ha ripreso dal blog “Senza Soste” L’annuncio dell’intervento italiano in Niger, fatto da Gentiloni su una portaerei, (e oggi ratificato dal Parlamento), ha colto di sorpresa solo gli osservatori più distratti. La scorsa estate, nel periodo del giro di vite Minniti sugli sbarchi dalla Libia, il governo del Niger era già stato accolto a palazzo Chigi. Motivo ufficiale: una serie di discussioni, e di richieste di finanziamento da parte del […]

Leggi tutto... 0

MICROSTORIA DEI GIORNALISTI UCCISI DALLA MAFIA (Aaron Pettinari)

      Giancarlo Siani la Camorra e quell’inchiesta sulla politica La storia di Giancarlo Siani è un esempio indelebile per tutti quei precari che credono nel lavoro. Per cinque anni era stato un “abusivo”, senza contratto e senza diritti, corrispondente a Torre Annunziata per la redazione del Mattino. Poi, in un’estate, era arrivata l’assunzione per due mesi, con la promessa di essere definitivamente assunto in un secondo momento. Una sentenza passata in giudicato nel 2000 ha stabilito che ad […]

Leggi tutto... 0

 “Cu acchiappa un turcu è suo”

  Riprendiamo una notizia di Riccardo Lo Verso, su Live Sicilia del  07 Gennaio 2018  con il titolo: “Ho avuto un bene tolto alla mafia Ci ho creduto, ma ho perso tutto” e il sottotitolo “Due famiglie “sfrattano” l’associazione Mandarinarte da un bene confiscato alla mafia a Ciaculli”. La notizia ha dell’incredibile e lascia inevitabilmente il posto a una domanda: Esiste più uno stato di diritto in Italia? Indubbiamente non c’è più alcuna legge ne alcun soggetto che la fa […]

Leggi tutto... 0

Raccolta firme per cittadinanza onoraria a Rita Atria

Graziella Proto (protograziella@gmail.com) 14/1/2018 10:39 A  undisclosed-recipients:;   CCN salvo_vitale@virgilio.it Rispondi Rispondi a tutti Inoltra Elimina Altro Carissime e carissimi eccomi ancora una volta a chiederVi una cortesia. Piccolissima a dire il vero ma grazie alla vostra partecipazione e collaborazione può trasformarsi in un fatto politico e sociale importante.  Come molti di voi sanno faccio parte dell’Associazione Antimafie Rita Atria (la ragazzina che a soli 17 anni si è ritrovata testimone di giustizia protetta e aiutata da Paolo Borsellino), e come associazione siamo impegnati a […]

Leggi tutto... 0

Il giudice Saguto chiama in causa i suoi colleghi

  Dopo alcuni mesi di silenzio il giudice che per quasi un decennio  è stata la “signora” delle misure di prevenzione, facendo e disfacendo tutto quello che voleva, nella prospettiva del processo che la vede imputata per una serie di gravi reati, legati all’esercizio della sua funzione, ha deciso di passare al contrattacco e  di chiamare in ballo tutti i suoi colleghi e personaggi vari, per testimoniare che il suo modo d’agire era quello di tutti gli uffici delle misure […]

Leggi tutto... 0

A Messina “Peppino di Cinisi contro la mafia”

Giorno 12 gennaio 2018 ancora un’occasione per ricordare Peppino Impastato. L’iniziativa si è svolta a Messina, presso il teatro Annibale di Francia nell’ambito della seconda edizione della rassegna “Se si insegnasse la bellezza”, e vi hanno partecipato alunni di quasi tutte le scuole medie di Messina, in particolare dell’Istituto Galatti, della Scuola Media Albino Luciani, della Scuola Media Spirito Santo, della Scuola media Petrarca, della Scuola media Evenero e dell’Istituto Superiore Antonello. Angelo Sicilia ha introdotto il suo lavoro “Peppino […]

Leggi tutto... 0

50 anni fa il terremoto in Sicilia. La ricostruzione, occasione mancata..  

  Sono passati 50 anni da quando, fra il 14 ed il 15 gennaio del 1968, un forte terremoto sconvolse l’area del Belice in Sicilia. Le scosse erano iniziate  il giorno prima, ma le più forti si verificarono nella notte fra il 14 ed il 15, fra le 2.33 e le 3.01. La più forte di tutte fu di  magnitudo 6.1, causò le distruzioni maggiori e fu avvertita sino a Pantelleria . A Gibellina Vecchia, Montevago e Salaparuta Vecchia, venne raggiunto il X […]

Leggi tutto... 0

5 gennaio nel ricordo di Fava e Impastato  

    Fiore di campo nasce dal grembo della terra nera Fiore di campo cresce odoroso di fresca rugiada Fiore di campo muore sciogliendo sulla terra gli umori segreti. Peppino Impastato   5 gennaio 1948: nasce Peppino Impastato. Oggi avrebbe 70 anni. Molti si chiedono cosa farebbe oggi, quale strada avrebbe percorso, con chi si sarebbe schierato. Cercare di dare risposte è solo un’esercitazione della fantasia. Peppino era ed è rimasto quello che è, quello che fu, un contestatore del […]

Leggi tutto... 0

“Caro Miccichè, la Sicilia è a pezzi: perché aumentare stipendi già d’oro?”

    Caro onorevole Miccichè, abbiamo apprezzato il discorso pronunziato nel giorno del suo insediamento a presidente dell’Assemblea Regionale; soprattutto condividiamo con lei il desiderio di una Sicilia bellissima, per sviluppo e trasparenza, un sogno alla cui realizzazione vorremmo tutti contribuire. Ma ci risulta fortemente imbarazzante il passaggio nel quale lei afferma: «Sono assolutamente contrario al taglio degli stipendi alti, ma da tempo il mondo ha dichiarato fallito il marxismo: non tutti gli stipendi possono essere uguali, non tutto il […]

Leggi tutto... 0

L’ultimo errore di Renzi

   Il renzismo, che ha caratterizzato questa legislatura si è avvitato in  una serie di fallimenti che hanno distrutto e fatto a pezzi quello che una volta era il principale “partito di lotta e di governo” italiano.  E’ incredibile, ma l’insieme delle vicende  sembrano essere state preordinate proprio come se il fine ultimo fosse quello dell’implosione. La fine della Democrazia Cristiana ha comportato il divaricamento degli elettori di questo partito in gran parte verso il centrodestra berlusconiano, in parte verso […]

Leggi tutto... 0

Seguimi su Facebook